La tua area riservata. Per gestire Articoli, Annunci e Commenti
Scritto da Redazione    Domenica 21 Maggio 2017 17:07    Stampa
Tornati in funzione la fontana nuova e l’abbeveratoio del centro storico
Larino - News Larino
LarinoFontaneLARINO - A malincuore, ieri pomeriggio, vista l’inclemenza del tempo, alle ore 17.00 si era deciso di rinviare la cerimonia di riattivazione della Fontana Nuova e dell’abbeveratoio del Centro Storico. “Abbiamo dato comunicazione sulla Pagina Facebook del Comune - spiega l’Assessore Michele Palmieridando appuntamento alla domenica. Ma pochi minuti dopo, la pioggia è smessa di cadere, il cielo si è rasserenato e diversi cittadini hanno iniziato a radunarsi spontaneamente nei pressi della Fontana Nuova”. A quel punto, per volontà delle tante persone presenti e vista l’incertezza del tempo anche per la giornata successiva, si è deciso di riattivare l’acqua alla Fontana Nuova e all’abbeveratoio, nel corso di una breve cerimonia estemporanea, anche riducendo le altre iniziative in programma.
“Non sono stati proferiti discorsi, non c’è stato nemmeno modo di ringraziare pubblicamente i volontari che hanno reso possibile restituire i due monumenti alla cittadinanza, ma è stato comunque emozionante per tutti i presenti- racconta l’Assessore Palmieri – perché al di là di ogni formalità, quello che conta davvero è aver visto l’acqua tornare a sgorgare dalla Fontana Nuova e dall’abbeveratoio. E questo grazie ai residenti del Centro Storico che hanno deciso di collaborare con il Municipio – che da parte sua ha fornito i materiali per la ristrutturazione – cementando una virtuosa collaborazione con l’istituzione, che ha permesso di recuperare due importanti monumenti per la memoria storica di Larino”.

Adornata con vecchi tini e contenitori d’epoca, dai tre zampilli della Fontana Nuova risalente al 1879 è tornata a scorrere l’acqua, così come nel vecchio abbeveratoio costruito nel 1888 per i cavalli dell’allora Comando dei Carabinieri ospitato nell’ex Convento di San Francesco, mentre due coppie di vacche sono state prima abbeverate nelle antiche vasche di pietra tornate piene, per poi effettuare alcuni giri della Fontana in segno di festa, facendo rivivere uno spaccato storico senz’altro emozionante per i presenti.

Appuntamento per la Festa patronale di San Pardo, che si svolgerà come da tradizione i prossimi 25-26 e 27 maggio.
mySocial (condivi l'articolo sul tuo social preferito)
 
myNews.iT - Per spazio Pubblicitario chiama il 393.5496623