logo.png
Scritto da Redazione    Mercoledì 21 Settembre 2016 20:01    Stampa
Nero A Metà Castelmauro, la nuova squadra di calcio
sottocosta - Sport Molise
NeroaMeta castelmauro calcioCASTELMAURO - "Nero A Metà Castelmauro". Si chiamerà così la nuova squadra di calcio composta sia da giocatori locali e sia da immigrati ospiti nel centro di accoglienza omonimo, che cita una celebre canzone di Pino Daniele.
La squadra parteciperà al prossimo campionato amatori del CSI (Centro Sportivo Italiano) e ha bisogno di auto-finanziarsi per sostenere i costi burocratici di iscrizione, per tutto il materiale tecnico occorrente, come scarpini, divise, palloni, e per affrontare le trasferte.
E' così che tutti i futuri calciatori della "Nero A Metà Castelmauro" hanno deciso di organizzare una cena venerdì 23 settembre al Centro Polifunzionale di Trivento e rimboccarsi le maniche, cucinando e servendo ai tavoli.
La cena è aperta a tutti e si potranno provare nuovi sapori come ad esempio la Pakora con salsa agrodolce del Pakistan, o ancora Riso Biryani con masalah di pollo. 
Calcio e ristorazione, due attività amate dagli italiani, che in questa occasione fungono da collante per una serata insieme, alla scoperta di altre culture e per finanziare una ulteriore iniziativa volta all'integrazione.
L’idea è nata da Gabriele Passaro, operatore del Centro di Accoglienza “Nero a metà” di Castelmauro e  gestito dalla Cooperativa Sociale "Pianeti Diversi", promotrice dell’evento. Gabriele allenerà la squadra e, da tifoso della Lazio, tramite il Fan Club di Isernia “M. Manzini” di cui è Vice Presidente, ha coinvolto la società biancoceleste che si è  subito dimostrata disponibile a fare qualcosa per raccogliere fondi. La squadra guidata da Simone Inzaghi manderà a Castelmauro alcune magliette autografate dai calciatori, che poi finiranno all’asta. Il ricavato si aggiungerà all’incasso della cena e si provvederà a rendere possibile un piccolo sogno di integrazione.
L’iniziativa ha già raccolto interesse. Il passaparola innescato lascia prevedere un’ottima partecipazione. Almeno questa è la speranza di Fabio Di Rosa, capitano storico della squadra di calcio castelmaurese: “Sono orgoglioso di far parte della squadra. Invito tutte le persone
mySocial (condivi l'articolo sul tuo social preferito)