La tua area riservata. Per gestire Articoli, Annunci e Commenti
Scritto da Antonella Salvatore    Giovedì 09 Maggio 2019 18:05    Stampa
Primizie vendute ad oltre 11 euro al kg in Centro commerciale. Produttori:noi pagati meno del 50%
Termoli - Cronaca Termoli
Ciliege2019TERMOLI - Primizie pugliesi superano le 10 euro al chilo in un centro commerciale di Termoli. I primi "arrivi" di frutta ed ortaggi di stagione hanno un costo, ormai, quasi quanto un metallo prezioso. (1 grammo di oro è quotato 35-37 euro mentre 1 grammo di argento grezzo è sui 50 centesimi. Un chilo di argento si aggira sui 50 euro). Il prezzo 11.90 euro per 1 kg di ciliegie ha determinato più di qualche perplessità tra i consumatori locali.
"È la legge del mercato - spiega un produttore molisano, Francesco Travaglini dell'azienda agricola "Parco dei Buoi" di Larino -. Purtroppo la grande distribuzione fa il bello ed il cattivo tempo e non c'è un tetto al prezzo che è molto alto all'inizio e poi scende qualche giorno dopo, anche troppo in alcuni casi".

I produttori, rispetto al prezzo finale al consumatore, ottengono come remunerazione anche meno del 50 per cento assumendosi tutti i costi e rischi della coltivazione.

"Produciamo albicocche e la raccolta dura fino a luglio e questo ci aiuta molto ed è un precisa scelta aziendale - spiega l'imprenditore agricolo molisano -. La strategia è quella di prolungare questa fase in modo da essere presenti sul mercato per un periodo maggiore e coprire tutti i periodi di oscillazione del prezzo. Con le primizie c'è una remunerazione ma poi si scende a picco con il forte aumento dell'offerta di frutta dall'estero. Si riprende il prezzo con le raccolte tardive".

Il prodotto italiano, secondo gli operatori del comparto, non sempre vince tra i consumatori. Questi non sempre prediligono la qualità italiana. E' il prezzo che guida le scelte in alcune fasce di acquirenti.

"La Spagna sta facendo una forte concorrenza ai prodotti italiani - ha proseguito Francesco Travaglini -. Noi abbiamo scelto il bio da un punto di vista etico ma anche per riuscire ad ottenere delle gratificazioni sul nostro prodotto: le albicocche. Produciamo anche asparagi la cui produzione è altalenante ma comunque regge il mercato. Quest'anno si prevede una buona annata da un punto di vista produttivo, c'è molta frutta sul mercato e questo potrebbe far scendere il prezzo".
MYSOCIAL (condividi l'articolo sul tuo social preferito)
 
myNews.iT - Per spazio Pubblicitario chiama il 393.5496623

Cronaca

Cronaca Termoli | 23 Maggio 2019

Aumentata l'imposta regionale sul demanio. Napolitano di Non solo mare: siamo contrari

TERMOLI - Aumentata l'imposta regionale sul demanio, al 10 per cento. Lo denuncia Luigi Napolitano, titolare del lido "Il Panfilo" ...

Altri Articoli: Cronaca Termoli, Cronaca Campomarino, Cronaca Montenero - Petacciato, Cronaca Tremiti, Cronaca Molise, Cronaca Larino

Sport

Sport Molise | 23 Maggio 2019

San Martino Calcio 5 rappresenterà il Molise alle finali nazionali di Forlì

SAN MARTINO IN PENSILIS - Grande soddisfazione per il calcio regionale. Il San Martino calcio ...

Altri Articoli: Sport Termoli, Sport Campomarino, Sport Montenero - Petacciato, Sport Tremiti, Sport Molise, Sport Larino

Turismo

Turismo Termoli | 7 Maggio 2019

A Termoli primo meeting internazionale ADI

TERMOLI - Il Molise ha bisogno di un po' più di coraggio. Le risorse ci ...

Altri Articoli: Turismo Termoli, Turismo Campomarino, Turismo Montenero - Petacciato, Turismo Tremiti, Turismo Molise, Turismo Larino