Termoli Piazza San'Antonio
Termoli Piazza San’Antonio

TERMOLI – Dopo le dichiarazioni dell’ex Sindaco Angelo Sbrocca, rilasciate durante la sua recente amministrazione, sul mancato riconoscimento della bandiera blu al comune di Termoli per l’anno 2018, la giunta Roberti, invece, crede nel prestigioso riconoscimento e mette in campo ogni iniziativa per ottenere l’ambito vessillo, dando mandato all’Assessore all’Ambiente Rita Colaci diporre in essere ogni iniziativa e di azioni finalizzate all’ottenimento del prestigioso vessillo Bandiera blu per l’anno 2020″.  

Di seguito un estratto dall’atto giuntale:

Dato atto che la certificazione di qualità bandiera blu non è stata più assegnata al Comune di Termoli dal 2016 per il lungomare sud-spiaggia Rio Vivo e dal 2018 per il lungomare nord-spiaggia Sant’Antonio; 

Che l’amministrazione comunale, data la rilevanza internazionale della certificazione di qualità connessa riconoscimento bandiera blu, quale Eco-label di valore per la certificazione ambientale delle località marine e lacustri, intende porre in essere ogni iniziativa finalizzata al riconoscimento del prestigioso vessillo per il Comune di Termoli per l’anno 2020;

Ritenuto di stabilire che, in considerazione della rilevanza degli aspetti ambientali, la gestione dell’intera procedura per la compilazione del questionario Bandiera blu e presentazione della relativa candidatura sarà di competenza e cura del settore Ambiente in considerazione della rilevanza delle tematiche ambientali e del territorio;

Dato atto che, in ogni caso il predetto settore ambiente si avvarrà della collaborazione di tutti gli altri settori interessati all’iniziativa; 

Delibera

Per le motivazioni espresse in narrativa di: 

  1. dichiarare le premesse parte integrante e sostanziale del presente atto deliberativo;
  2. valutare porre in essere ogni iniziativa e di azioni finalizzate all’ottenimento del prestigioso vessillo Bandiera blu per l’anno 2020 in considerazione della rilevanza internazionale della predetta certificazione di qualità, quale e Eco-label di valore per la certificazione ambientale delle località turistiche marine e lacustri; 
  3. stabilre che la gestione dell’intera procedura, connessa alla compilazione del Questionario Bandiera blu con presentazione della relativa candidatura presso la FEE, è attribuita al Settore Ambiente in considerazione della rilevanza delle tematiche ambientali e del territorio;
  4. Stabilire, altresì, che in ogni caso il predetto Settore Ambiente si avvarrà della collaborazione di tutti gli altri Settori interessati all’iniziativa;
  5. Demandare al dirigente del Settore Ambiente gli adempimenti consequenziali al presente Atto deliberativo;
  6. Trasmettere copia del presente atto deliberativo al dirigente del Settore Ambiente e ai dirigenti di settore.”