Palazzina dell’Istituto Autonomo Case Popolari in via del Giglio a Termoli

TERMOLI – “Con riferimento ai recenti articoli apparsi sulla stampa locale in merito alla Palazzina dello Iacp a Colle Macchiuzzo è doveroso intervenire per fornire la ricostruzione reale dei fatti e, con l’occasione, ribadire tutto il lavoro che questa Amministrazione e questo Assessorato hanno compiuto nel primo anno di mandato per risolvere i gravi problemi economici e sociali ereditati.

Preme chiarire – in risposta alle Associazioni “La città invisibile”, “Sportello diritto all’abitare AsIA/Usb” e “Casa del Popolo di Campobasso”– che gli alloggi all’interno della Palazzina di proprietà dello Iacp a Colle Macchiuzzo attualmente non possono essere assegnati atteso che, come noto, vi sono problemi di allaccio alla rete idrica e fognaria indipendenti dalla volontà e dalle facoltà dell’attuale Amministrazione Comunale, la quale, tuttavia, sin dal suo insediamento si sta operando per trovare una rapida soluzione alle questioni. 

Da anni, infatti, la Crea non accetta nuovi allacci alla rete fognaria che comportino invio di reflui al depuratore del Porto e ciò in considerazione dei problemi di sovraccarico dello stesso impianto. 

Le azioni messe in campo dal Comune di Termoli in questi mesi, però, hanno permesso di poter a breve procedere all’allaccio della centrale di sollevamento del Parco, così da poter dirottare molti reflui a Pantano Basso, liberando in parte il carico del depuratore del Porto e permettendo la riapertura degli allacci sin dalle prossime settimane. La stessa Crea, comunque, nelle more, di fronte alla prospettiva di rapida soluzione del problema, accogliendo le sollecitazioni dell’ Amministrazione Comunale, si è detta già disponibile a consentire nuovi allacci per immobili delle case popolari.

Silvana Ciciola
Silvana Ciciola, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Termoli

Così questo Assessorato sin dalle scorse settimane – senza clamori e senza annunci alla stampa – aveva già richiesto allo Iacp di Campobasso di conoscere quali e quanti interventi di manutenzione necessitasse l’immobile di Colle Macchiuzzo – in considerazione del fatto che i lavori si erano conclusi da diversi anni – così da poter pubblicare il relativo bando di assegnazione, peraltro già predisposto dagli uffici. L’immobile in oggetto, infatti, essendo stato realizzato nell’ambito di un finanziamento specifico non può essere assegnato ai soggetti inseriti nelle normali graduatorie.

Contrariamente a quanto erroneamente riportato dal Movimento Cinque Stelle, dunque, non si è perso alcun tempo ed il bando, come detto, è già pronto.

Spiace ancora una volta dover registrare attacchi a vuoto di parti politiche ed associazioni schierate che invece di apprezzare l’attivismo, la sensibilità e l’efficacia dell’azione di questa Amministrazione, specie sulle tematiche sociali, tenta di strumentalizzare presunti problemi sociali solo per conquistare una presenza sulla stampa.

Questa Amministrazione e questo Assessorato, come noto e senza timore di smentita, hanno fatto dell’impegno a contrastare il problema della povertà e dell’esclusione sociale, una propria missione prioritaria.

Non a caso i servizi offerti alle persone ed alle famiglie più in difficoltà anche nel pieno dell’emergenza Covid si sono rivelati puntuali ed efficienti, così come i servizi messi a disposizione dei senza tetto, tuttora ospitati a cura del Comune in una struttura creata ad hoc.

Pari attenzione è da sempre riservata – e continuerà ad esserlo – anche alla questione casa con azioni coerenti e nel rispetto di tutti i cittadini, delle norme e dei vincoli di bilancio e prendendo le distanza da quanti, facendo solo demagogia, prospettano soluzioni obiettivamente irrealizzabili  quale quella che il Comune di Termoli – al pari di ogni altro Comune Italiano – possa riuscire a garantire universalmente a propria cura ed a spese della collettività vitto e alloggio a tutti, residenti, non residenti o stranieri”.

Silvana Ciciola – Assessore Politiche Sociali Comune di Termoli