RobertiFrancescoSindaco2019
Francesco Roberti
TERMOLI – 
Adesso c’è anche l’ufficialità. Termoli rimane a bocca asciutta e senza bandiera blu. Il verdetto che tutti aspettavano è arrivato qualche giorno fa. Il vessillo blu non sventolerà sulle nostre spiagge. Un grave danno di immagine per Termoli e per il suo turismo. Ma anche per tutti gli operatori che vivono e lavorano con le spiagge e il mare.

“Quanto accaduto – ha spiegato il candidato sindaco del centrodestra Francesco Roberti – rappresenta un danno enorme per l’immagine della nostra città. Gli operatori del settore non meritano queste figuracce, hanno bisogno di un’amministrazione attenta che si metta al loro fianco per affronatre ogni tipo di problematica. È quello che farò una volta eletto. 

Ascolterò ogni esigenza e saremo pronti per cercare di cogliere ogni occasione che possa far fare il salto di qualità a tutto l’indotto. La bandiera blu è un biglietto da visita. Non è assolutamente vero che non serve a nulla. Anzi, è una certificazione che attesta anche la qualità di determinati servizi che l’amministrazione comunale non è riuscita a perseguire. E’ stato quindi detto che il vessillo non serviva in quanto ci sarebbero altre priorità.

Noi invece sosteniamo che la bandiera blu è necessaria e che bisogna lavorare per riconquistarla. Deve diventare un punto di riferimento per la nostra Termoli, sarà una garanzia per i servizi che andremo ad offrire ai turisti e ai nostri concittadini. INSIEME, ascoltando la voce degli addetti ai lavori, riusciremo ad ottenere i risultati che ci siamo prefissi”.