Quasi raddoppiata la superficie pubblica rispetto alla concessione originaria.

La zona del chiosco amovibile
Termoli, lungomare nord- La zona dove dovrebbe sorgere il nuovo chiosco amovibile

TERMOLI –  Dopo un bando indetto nel 2012 dall’amministrazione comunale di Termoli per l’assegnazione di 15 aree sul suolo pubblico, al fine di trovare soggetti privati interessati ad installare chioschi con destinazione commerciale in un area sul lungomare nord di Termoli, nel 2019 la signora Maria Campofredano è divenuta concessionaria del suolo pubblico situato sul marciapiede del lungomare nord, nel tratto compreso tra la stazione di servizio “IP” (ora dismessa) e la torretta saracena, ed ha fatto richiesta di inizio lavori, realizzando le fondazioni inerenti il chiosco. Oggi, Il basamento attualmente esistente, denominato Z9, ha le dimensione di 48,00 metri quadrati, comprensiva di servizi igienici, previsti dalla concessione.

Alla fine del 2021, la  società Hitaly srl, che nel frattempo è subentrata al titolo della concessione precedente, di cui il legale rappresentante è Nicola Cesare, presenta una variante di progetto, dove alla superficie originaria si andranno ad aggiungere gli spazi accessori relativi ai dehor e un pergolato. Come da regolamento comunale sui dehor, questo avrà la superficie di 25,00 mq lordi. A tali superfici saranno aggiunti un pergolato di 10,80 mq (4,00×2,70) e 3,00 mq di scivolo ingresso per disabili (1,20×2,50).

Quindi, alla fine, dopo le trasformazioni previste dalla variante la superficie complessiva sarà di 86,80 metri quadrati, con l’occupazione di quasi il doppio della superficie pubblica prevista nella concessione originaria.

Rendering del progetto del nuovo chiosco previsto sul lungomare nord di Termoli
Articolo precedenteBIT 2022, Primiani (m5s): «Bene la promozione, ma servono idee concrete»
Articolo successivoBeach Volley: Campionato Italiano Assoluto farà tappa a Termoli
Web Architect, web designer, videomaker, editore, copywriter e blogger. Da quando è nata internet mi occupo di costruire strategie digitali per le aziende. Il mio lavoro consiste nel trovare un punto di contatto creativo tra il mondo digitale, dei social media e gli obiettivi dell’azienda, costruendo un piano strategico ed editoriale. È importante individuare gli strumenti giusti, il budget e i canali media a disposizione per non disperdere le energie.