Molise Cronaca Emergenza idrica, Comune Campobasso vieta utilizzo acqua potabile per usi impropri

Emergenza idrica, Comune Campobasso vieta utilizzo acqua potabile per usi impropri

0

Divieto di utilizzo acqua potabile della rete idrica comunale per usi impropri, con effetto immediato, e fino alla data del 15 settembre 2021.

CAMPOBASSO – “Visto il perdurare delle elevate temperature e della carenza di precipitazioni che hanno incrementato i consumi di acqua potabile, richiamato il Rapporto c81 del 28/06/2022 della società Idrosfera s.r.l. di Campobasso, manutentore della rete idrica comunale, con il quale ha segnalato all’Amministrazione comunale la necessità di attuare azioni finalizzate al contenimento dei consumi idrici.

Considerato che potrebbero verificarsi problemi relativi ai disservizi nell’erogazione dell’acqua potabile per usi domestici causati dal contemporaneo e massiccio utilizzo per innaffiamento di orti, giardini ed impianti sportivi, lavaggio autovetture e simili, lavaggio spazi ed aree pubbliche e private, riempimento di piscine e che tale utilizzo mette a rischio le scorte d’acqua accumulate creando perdite di pressione lungo le tubazioni che possono penalizzare l’erogazione verso le utenze poste alle quote più sfavorite o servite da tubazioni di non grosso diametro.

Rilevata la necessità ed urgenza di adottare una serie di misure per invitare la popolazione al risparmio idrico ed alla limitazione degli usi non essenziali, ovvero il divieto di utilizzo dell’acqua potabile per usi diversi da quello domestico al fine di evitare possibili emergenze.

Considerata, pertanto, la necessità, a tutela della salute pubblica, di dover vietare l’utilizzo dell’acqua per usi diversi da quelli domestici e potabili, atteso che l’acqua è un bene prezioso e limitato e che deve, prima di tutto, soddisfare i fabbisogni per gli usi alimentari ed igienico-sanitari.

Considerato che per evitare possibili situazioni di emergenza è opportuno limitare l’utilizzo dell’acqua distribuita dall’acquedotto ai solo fini igienico-potabili.

Ritenuto, dunque, di dover ordinare, a scopo preventivo, il divieto di utilizzare l’acqua potabile per gli usi sopraccitati, diversi da quelli igienico-potabili.

Ritenuto altresì di dover comunque garantire la possibilità di irrigazione delle alberature pubbliche di parchi, giardini e viali cittadini;

Ritenuto inoltre, considerate le rilevanti finalità sociali, di dover garantire le attività minime di irrigazione, seppur con limitazioni, degli “orti comunali” e di quelli privati sprovvisti di pozzi o sistemi di accumulo acqua piovana, al fine di salvaguardarne le minime funzionalità.

Visto che sussistono tutti gli elementi, ai sensi dell’art. 50 del D. Lgs. 267/00 e ss.mm., in qualità di autorità sanitaria locale, siano adottati tutti i possibili provvedimenti di urgenza al fine di evitare ogni pregiudizio alla salute pubblica.

Visto il Decreto Lgs. n° 267/2000, art. 50.

ORDINA

con effetto immediato, e fino alla data del 15 settembre 2021, IL DIVIETO ASSOLUTO a tutti gli utenti del Comune di Campobasso collegati alla rete idrica comunale, di utilizzare l’acqua potabile per l’irrigazione di giardini, prati, per il riempimento di piscine o invasi, per il lavaggio di autovetture e altri usi similari.

Per le sole attività orticole, l’irrigazione resta consentita mediante utilizzo di acqua proveniente da pozzi o sistemi di accumulo di acqua piovana o, nei casi di orti sprovvisti di tali sistemi ed al solo fine di mantenerne la vitalità e la produttività minima, mediante utilizzo di sistemi “a goccia” capaci di minimizzare il consumo di acqua e, comunque, esclusivamente dalle ore 19.00 alle ore 21.00.

Resta esclusa dalle limitazioni l’attività di irrigazione delle alberature pubbliche di recente impianto nonché del seminativo a prato dellimpianto sportivo ex Romagnoli.

AVVERTE CHE

Le violazioni alla presente Ordinanza, salvo che il fatto non costituisca reato più grave, saranno punite da parte delle Forze di Polizia competenti, con sanzioni amministrative d’importo variabile da Euro 25,00 ad Euro 500,00, come stabilito dall’art. 7 bis del TUEL – D. Lgs. 267/2000.

Avverso la presente Ordinanza è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale della Molise, entro sessanta giorni dalla pubblicazione all’Albo Pretorio, ovvero, in alternativa, ricorso straordinario al Capo dello Stato, entro centoventi, decorrenti sempre dalla data di pubblicazione all’Albo Pretorio.

DEMANDA

Al Comando di Polizia Municipale, nonché, a tutto il personale delle Forze di Polizia che ne abbiano titolo, il controllo dell’esecuzione della presente ordinanza e a garantire una stretta sorveglianza sul corretto uso dell’acqua potabile per evitare impieghi impropri e sprechi.

La presente ordinanza è pubblicata all’Albo Pretorio Comunale on line fino al 15 settembre 2022, inserita nella Sez. “Amministrazione trasparente” del sito istituzionale dell’Ente, e inoltre, trasmessa in copia a:

All’UTG – Prefettura di Campobasso;
Comando Polizia Municipale – Sede;
Al Comando della Stazione Carabinieri di Campobasso; Al Comando Carabinieri Forestali di Campobasso;
Alla Questura di Campobasso”.

Roberto Gravina Sindaco di Campobasso

Nessun commento

Exit mobile version