nagnifrana
La frana di Petacciato
CAMPOBASSO – “Per ambiente, dissesto idrogeologico e infrastrutture al Molise 46,7 milioni di euro: a tanto ammonta lo stanziamento complessivo per la nostra regione approvato dal Cipe nella giornata di ieri”. Lo comunica il presidente Paolo di Laura Frattura.

Oltre ai 14,5 milioni di euro assegnati per infrastrutture, viabilità, ferrovie e dighe, risorse delle quali ha già dato notizia ieri il Ministero dei trasporti, il Comitato interministeriale per la programmazione economica, sempre nel corso della stessa riunione, presieduta dal presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, ha attribuito al Molise anche altre importanti risorse per 32,2 milioni di euro.
Nell’addendum al Piano operativo “Ambiente” (Fondo sviluppo e coesione 2014-2020) è stanziato un ulteriore finanziamento di oltre 22 milioni di euro per la frana di Petacciato: tali fondi consentiranno il completamento dell’intervento di consolidamento idrogeologico del versante nord-est del centro costiero. Poco più di 10 milioni di euro poi sono stati assegnati per la realizzazione di interventi di bonifica da amianto negli edifici pubblici (scuole e ospedali).  

“I provvedimenti appena adottati dal Cipe danno il via alla fase operativa agli interventi che abbiamo individuato e programmato per opere attese da tempo dai nostri cittadini – commentano il presidente Frattura e l’assessore regionale ai Lavori pubblici Pierpaolo Nagni –. Si tratta di lavori importanti che vanno dal recupero del nostro territorio colpito da pesantissimi fenomeni di dissesto idrogeologico, come la frana di Petacciato, alla tutela dell’ambiente e della salute con le operazioni di bonifica dell’amianto dalle scuole e dagli ospedali. Oggi siamo nelle condizioni di dare riscontro concreto alle esigenze dei cittadini mettendo un punto definitivo ai disagi vissuti. Il Governo, cui diciamo grazie per l’attenzione posta al nostro Molise, ancora una volta ha riconosciuto la qualità della nostra proposta condividendola e approvandola: siamo soddisfatti”.