myNews.iT - Per spazio Pubblicitario chiama il 393.5496623 Elezioni Amministrative Termoli 2024

Presentato sul catamarano Zenit il progetto “EMeRIM” per la tutela e salvaguardia dell’ecosistema marino e della risorsa ittica per il Molise.

TERMOLI – Questa mattina, a bordo del suggestivo catamarano “Zenit” nel porto di Termoli, si è svolta la presentazione del progetto “EMeRIM(Ecosistemi Marini e Risorse Ittiche Minori), un’iniziativa mirata a promuovere una pesca sostenibile e la salvaguardia dell’ecosistema marino. L’ evento ha visto la partecipazione del presidente della regione Francesco Roberti, dell’assessore Michele Marone e Remo Di Giandomenico, commissario della AAST (Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo del Molise).

Il progetto EMeRIM è il risultato di una collaborazione tra l’O.P. SAN BASSO, una delle principali cooperative di pesca nella zona, la start-up “INNOVATION SEA” e l’associazione di categoria nazionale “FEDERPESCA”. Sostenuto dal P.O. FEAMP Molise – Mis. 1.40 “Protezione e ripristino biodiversità degli ecosistemi marini e dei regimi di compensazione nell’ambito di attività di pesca sostenibili”, questo progetto innovativo si propone di affrontare in modo concreto le sfide della pesca ecosostenibile.

Uno degli obiettivi principali di EMeRIM è la tutela e la salvaguardia dell’ecosistema marino e delle risorse ittiche, promuovendo una pesca responsabile e rispettosa dell’ambiente. Durante l’evento di presentazione, è stato annunciato un intervento di pulizia innovativo che prevede l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia. Saranno impiegati droni e ROV (Remotely Operated Vehicle) per il monitoraggio aereo e subacqueo, mentre apposite attrezzature tecnologiche si occuperanno della pulizia e dello smaltimento dei rifiuti solidi e liquidi. Questa “best practice” di pulizia coinvolgerà tre specchi d’acqua considerati “aree critiche” per la salvaguardia del mare.

Il progetto prevede un’altra azione innovativa: l’impiego di motopescherecci specializzati in un’attività di pesca sperimentale chiamata “a volante“. Queste imbarcazioni saranno appositamente attrezzate per il servizio antinquinamento e la raccolta dei rifiuti. Questa iniziativa unica nel suo genere testimonia l’impegno costante nel combattere l’inquinamento marino e promuovere la sostenibilità ambientale.

La portata innovativa del progetto EMeRIM ha attirato l’interesse anche al di fuori della regione, suscitando l’attenzione di società ed organizzazioni interessate a replicare questa esperienza in altri territori. La sinergia tra le varie entità coinvolte e l’applicazione di soluzioni tecnologiche avanzate rendono il progetto EMeRIM un modello da seguire per la tutela dell’ambiente marino e lo sviluppo di una pesca sostenibile.

Articolo precedenteDi Pietro: “Dovete avere fiducia nel giudizio e temere il pregiudizio”
Articolo successivoEclisse parziale di Luna e Giove visibili anche nel cielo di Termoli