TERMOLI _ I Carabinieri del NAS di Campobasso hanno ispezionato due attività commerciali a Termoli rilevando nella prima, un bar corrente in Corso Nazionale, la mancanza della manutenzione periodica degli estintori presenti nel locale e nella seconda, una pizzeria di via Cile, la mancanza dell’autorizzazione sanitaria necessaria e dei requisiti minimi obbligatori, procedendo alla chiusura della pizzeria. La titolare del primo locale, una 34enne termolese, veniva denunciata all’autorità giudiziaria.

I Carabinieri della Stazione di Termoli, a conclusione delle indagine scaturite da una segnalazione giunta al numero di pronto intervento 112, hanno denunciato per esplosione pericolosa un 45enne termolese, B.M., il quale nella serata di ieri, in contrada “Piane Graziani” agro del comune di San Giacomo degli Schiavoni, avrebbe esploso un colpo in aria con la sua pistola Beretta cal. 9×21 regolarmente detenuta, senza arrecare danno a persone o cose. L’arma ed il relativo munizionamento venivano posti sotto sequestro.

A Campobasso i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato per truffa e sostituzione di persona I.G., 27enne da Lucera (FG); il predetto, in qualità di dipendente di una agenzia incaricata di stipulare contratti per conto della “ENEL Energia s.p.a.”, avrebbe contattato un operaio 56enne campobassano e, senza il consenso di quest’ultimo, avrebbe attivato e sottoscritto a suo nome un contratto per la fornitura di gas metano.

Articolo precedenteCatamarano si ribalta, due persone cadono in mare. Salvate da Capitaneria
Articolo successivoMiccichè oggi a Termoli per incontri politici. Noi Molise aderisce a Grande Sud