ROMA _ Un convegno sul rapporto tra la comunicazione visiva e il marketing territoriale, problema centrale del gap di visibilità di cui soffre il Molise. E’ uno degli appuntamenti di punta della nuova programmazione stagionale dell’associazione “Forche Caudine”, il circolo dei molisani a Roma, che quest’anno festeggia i vent’anni di attività. La giornata di studi, denominata “Il segno, il territorio”, avrà luogo a Roma prima dell’estate e coinvolgerà i massimi studiosi della materia.

Grazie anche alla partnership con l’Aiap, l’associazione italiana progettazione per la comunicazione visiva di Milano, massimo organismo del comparto, che riunisce novecento studi grafici, ubicati per lo più nel Nord Italia e con la rivista “Progetto grafico”, leader di settore. Al centro dei lavori il legame tra le ambizioni di visibilità e di promozione di un territorio, nel caso specifico quello molisano, e la progettazione grafica di loghi, di comunicazione visiva e quant’altro per rendere più efficace la penetrazione dell’immagine.

Tema certamente basilare per il Molise, che continua a soffrire forti inadeguatezze su tale terreno. “Il segno, il territorio” ha già avuto i patrocini della Regione Molise e della Provincia di Roma. Ma il programma 2009 di “Forche Caudine” è, come al solito, molto ricco e variegato. Si comincia sabato prossimo con la festa per l’inaugurazione del primo negozio specializzato nel rugby internazionale, che aprirà i battenti nella zona San Paolo. Ideatore un giovane d’origine molisana, Giuseppe Turrisi.

Occasione per una feste monotematica che coinvolgerà i molisani iscritti all’associazione. Previsti poi almeno due rituali appuntamenti con le presentazioni librarie: in cartellone l’ultimo romanzo di Simonetta Tassinari, “Che fine ha fatto Susy Bomb?”, edito da Giunti, che coinvolge nella storia proprio le realtà molisana e romana, e l’ultimo volume di Giuliana Bagnoli sul Molise. Poi mostre d’arte e la tradizionale cena.

Ad ottobre si replicherà il “Safinim”, festa dedicata ai piccoli sanniti. Non mancheranno, come al solito, le iniziative bipartizan collegate alle campagne elettorali per le europee e le amministrative. Mentre è prossima una giornata di studi sull’handicap, in collaborazione con il Comune di Roma, con la partecipazione di Giovanni Scacciavillani, responsabile settoriale dell’associazione nonché capoufficio handicap del sindacato Ugl. Particolare attenzione anche al sito internet, divenuto dallo scorso anno un seguitissimo quotidiano online.

Entro l’estate si procederà al primo restyling che assicurerà alla testata un taglio nazionale. “Grazie ai dati per noi sorprendenti, con medie di un migliaio di visitatori al giorno, riassesteremo il tiro puntando soprattutto ai lettori nazionali che avranno così modo d’imbattersi in una ‘eccellenza’ del Molise – sottolinea orgoglioso Gabriele Di Nucci, segretario dell’associazione.

A chiudere una curiosa iniziativa che l’associazione sta portando avanti da mesi con l’avvocato Donato Iannone: l’intitolazione a paesi molisani delle nuove strade della Capitale. Grazie all’intermediazione di Gabriele Di Bella, si comincerà a breve con Sant’Elena Sannita, denominazione già approvata dagli uffici comunali.