In questo particolare momento  il mio invito è viaggiare…un’avventura  entusiasmante da fare in questa città avendo compagni di viaggio i soli protagonisti, i cittadini. E’ un invito alla scoperta,un invito a far domande,un po’ come quelle che si facevano a scuola  per sapere,ricevere risposte;  le domande  sono  la causa prima della conoscenza umana…

E allora,perché non raccogliere l’invito? non è forse questo il momento più opportuno?non è forse nei momenti più difficili della nostra vita, nei momenti di conflittualità sociale o di crisi esistenziale che ci

 poniamo grandi domande?

Si ha forse paura delle risposte perché potrebbero non piacerci   o, peggio, ci condurrebbero  fuori dalla zona che ci siamo costruiti? No, non c’è d’aver  paura…qualunque risposta alle nostre domande si chiama confronto,civiltà,democrazia; per Voi che amministrate Termoli  si aprirebbe un campo di possibilità e riflessioni  infinite e principalmente ,parlando con noi, vi porreste la “Grande Domanda”: per  dare un servizio  servono i muscoli  o  serve coraggio?

 

3 Commenti

  1. non farti imbrogliare Pietro
    caro Pietro la tua non e un avventura perche un avventura si fa con persone che non conosci che non sai il loro comportamento,la tua non e un’avventura ma un suicidio perche le persone che vorresti portare nella tua avventura altro non sono che minestra riscaldata gente senza scrupoli pur di rientrare nel giro e gente che nel giro ce già ma non alza un dito per difendere il nostro territorio.
    Allora la prossima volta che vuoi invitare qualcuno in una avventura non farti vedere con certa gente.
    Comunque grazie dell’invito da parte di un cittadino.

  2. Caro Pietro quello di prima è un cittadino che deve avere seri problemi. Ma il problema più grande è che non potrai farti vedere insieme a lui visto che non si firma.

  3. Vai a …..
    D’Andrea lascia perdere che non è per te!
    Abbiamo già le scatole piene di te….
    Non duri tanto perchè pensi sempre e solo ai cavoli tuoi…

Comments are closed.