PortoComuneLARINO – Applicazione della prescrizione per due imputati dall’accusa di abuso d’ufficio e assoluzione dal reato di frode in pubbliche forniture per tutte le nove persone coinvolte nel processo. Si è concluso così il procedimento di primo grado sul porto di Campomarino (Campomarino), finito al centro di un’inchiesta della Procura di Larino a seguito della costituzione di una società mista tra pubblico e privato. Prescrizione quindi per Anita Di Giuseppe, ex sindaco di Campomarino ed ex deputato Idv, e per Luigi Carriero, ex assessore della Giunta comunale.

 

Assoluzione perché il fatto non costituisce reato per tutti gli imputati accusati di frode in pubbliche forniture.
 Si tratta di: Francesco Moccia, Anita Di Giuseppe, Luigi Carriero, Michele Di Domenico, Stefano Di Labbio, Angelo Armitrano, Nino Toffi, Giuseppe D’Uva e Marco Pecoraro.

C’è grande soddisfazione per la decisione di oggi – ha dichiarato il penalista Fabio Del Vecchio, difensore di Di Giuseppe – A seguito dell’assoluzione dell’imputato principale con rito abbreviato in altro procedimento è stata dimostrata l’estraneità ai fatti contestati dei 9 imputati. Di Giuseppe ha agito in piena legittimità”.