A destra il Sindaco di Termoli Francesco Roberti durante una conferenza stampa sul “raddoppio ferroviario” (foto di repertorio)

Movimento cinque stelle prima abbandona la seduta del consiglio e poi conferma da Roma quanto annunciato dalla maggioranza sul raddoppio della tratta Termoli-Lesina.

TERMOLI. Risulta strano pensare a quanto accaduto in questi ultimi due giorni e sul comportamento tenuto dal gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle. 

Hanno prima abbandonato l’aula seguendo le direttive del Partito Democratico, poi oggi a Roma si sono sentiti dire quel che era già stato annunciato in consiglio comunale a Termoli lo scorso 30 dicembre e che proprio ieri è stato nuovamente ribadito. 

La posizione della maggioranza sul raddoppio della tratta ferroviaria Termoli-Lesina è stata sempre molto chiara. La conferma è arrivata dall’incontro che si è tenuto nella capitale con i vertici di Rfi e che proprio i Cinque Stelle hanno annunciato.

L’atteggiamento tenuto dal Movimento in città sottolinea anche un totale disinteresse rispetto alle tematiche che ieri erano in agenda. 

Sembra si siano incanalati dietro allo Sbrocca pensiero senza essere più capaci di approfondire da soli le tematiche che interessano la nostra Termoli. 

Eppure dopo l’abbandono della minoranza si è discusso del progetto di finanza che interessa il cimitero. Su quest’ultima questione, durante l’ultima consiliatura, il Movimento Cinque Stelle tanto si era speso in quanto contrario all’azione portata avanti dall’amministrazione comunale e dall’ex sindaco Sbrocca. Ma se si scappa, evidentemente si condivide.

I gruppi di maggioranza al Comune di Termoli