Deputato M5S scrive a Ministro Ambiente

GUGLIONESI – La questione del sito contaminato da metalli pesanti:“Guglionesi II” al centro di una interrogazione parlamentare del deputato del M5S Antonio Federico. È stata presentata al Ministero dell’Ambiente e chiede la situazione dell’area a distanza di 20 anni trascorsi tra denunce e finanziamenti milionari.

“Le legittime preoccupazioni dei cittadini devono avere risposte, ma prima di tutto è fondamentale che la Regione si muova per bonificare il territorio”.

A Guglionesi, paese del Basso Molise situato ad una decina di chilometri da Termoli, è presente un sito contaminato denominato ‘Guglionesi II’, composto da circa 8 ettari dove sono stati versati i fanghi provenienti da stabilimenti conciari e agro-alimentari. Sono stati accertati i metalli pesanti come cromo, cadmio e mercurio.

Nel 2001 il Ministero dell’Ambiente ha individuato Guglionesi II tra i Siti di Interesse Nazionale (SIN) finanziando una serie di interventi con 2,5 milioni di euro tra indagini, carotaggi e messa in sicurezza. Nel 2013, con un nuovo decreto del Ministero, Guglionesi II torna di competenza esclusiva della Regione: da allora le operazioni di bonifica sono di competenza esclusivamente dell’amministrazione molisana.

“Né allora né oggi, a distanza di anni, è mai stata avviata alcuna opera di bonifica del sitodichiara Federico -. Già da portavoce in Consiglio regionale ho denunciato questa situazione con diversi atti, ma dalla Regione Molise non sono mai giunte risposte chiare e risolutive. Ora, ho presentato una interrogazione al Ministero dell’Ambiente per capire se il ministero ritenga opportuno coinvolgere il Comando Carabinieri per la tutela dell’ambiente al fine di verificare lo stato dei luoghi e accertare l’eventuale espansione di sostanze inquinanti all’esterno dell’area recintata, a causa degli agenti atmosferici”.