MareinvernoPetacciatoPETACCIATO – Domenica 7 febbraio si svolgerà anche in  Molise la XXIV edizione dell’operazione “Mare d’inverno”: i volontari di Fare Verde saranno impegnati a pulire diverse spiagge italiane per ricordare a tutti che l’inquinamento dei litorali è un problema che esiste per dodici mesi all’anno e non solo durante il periodo estivo. Le operazioni di pulizia promosse da Fare Verde sono l’occasione per informare i cittadini sulle possibilità di riduzione del mare di rifiuti che invade le vie delle nostre città, le strade, le autostrade, le ferrovie che attraversano le campagne, le aree industriali e i quartieri residenziali, le cime delle montagne e i boschi, i prati e, naturalmente, le spiagge.

Quest’anno Fare Verde Molise, dopo tante edizioni svolte tra Termoli e Campomarino, ha scelto di puntare l’attenzione sul litorale di Petacciato, un tratto di costa di notevole interesse naturalistico e grande potenziale turistico che però versa in molti tratti, in stato di forte criticità.

Non a caso, tra le associazioni che hanno prontamente aderito alla giornata ecologica, vi è il “Comitato Articolo 21” di Petacciato che, per voce del referente Matteo Fallica, ha più volte segnalato all’opinione pubblica lo stato di degrado in cui versa il tratto di spiaggia che va dalla zona del semaforo sulla statale 16 fino alla foce dei torrenti Tecchio e Mergolo, interessando in particolare la bellissima pineta, uno dei luoghi più suggestivi della costa molisana.

Alla manifestazione, patrocinata dall’assessorato all’ambiente della Provincia di Campobasso e dal Comune di Petacciato, ha inoltre aderito la sempre presente Associazione Ambiente Basso Molise, partner storico del “Mare d’Inverno” molisano, le guardie Ecologiche del CO.N.G.E.A.V e MOLI.G.A.V, oltre la Protezione Civile di Petacciato e Campomarino che forniranno, come ogni anno, l’insostituibile sostegno logistico all’iniziativa ecologica.

I volontari di Fare Verde che puliranno le spiagge coglieranno l’occasione per fare anche un censimento dei rifiuti più invadenti. I dati vengono utilizzati per sensibilizzare il Parlamento Italiano sulla necessità di attuare una politica per la riduzione a monte dei rifiuti, come avvenuto in passato quando grazie a Fare Verde si è scoperto il flagello dei “bastoncini cottonfioc”che invadevano le spiagge italiane ed ottenuto una legge che ne prevede la commercializzazione solo se biodegradabili.

L’appuntamento è quindi fissato per Domenica 7 febbraio alle ore 9.30 presso il Centro Educazione Ambientale al Lido di Petacciato, dove gli operatori del “Progetto Life Maestrale” accoglieranno i volontari prima di ricevere istruzioni ed imbracciare “guanti e rastrelli”.