zitermoliTERMOLI – In questa mia bellissima regione natia, il Molise, il tentativo di devastazione continua in ogni luogo e in ogni dove. Dopo la Momentive anche la FIS chiede l’ampliamento e verosimilmente lo otterrà. Stando ai dati pubblicati, per legge, sul sito della FIS  stessa e riguardanti le emissioni dell’impianto di termodistruzione a servizio del camino E-20 si notano numerosi superamenti del limite di emissione degli ossidi di azoto!

 Mi chiedo e vi chiedo: in un territorio dove non esiste una zonizzazione dell’aria ma solo un progetto per  un piano di zonizzazione che ha evidenziato delle criticità; dove il Registro Tumori è ancora un ente aleatorio; dove alcuni studi hanno posto l’accento su eccedenze geografiche per alcune patologie neoplastiche correlabili all’inquinamento; dove si è accertata la diminuzione nella biodiversità lichenica fino ad arrivare, seppur in zone circoscritte, al deserto lichenico; conviene assumere la posizione dello struzzo? La testa nella sabbia non preserva da abusi zone delicate del resto del corpo.
Vincenzo Pietrantonio
Presidente Co.Di.S.A.M.