TERMOLI _ Un termolese è stato arrestato oggi in città dai Carabinieri di Foggia. I militari, nell’ambito dell’Operazione “Horse Back” fatta scattare tra Cerignola, Ortanova e Termoli, hanno fermato 8 persone tra cui un uomo del posto. Nel mirino dell’Arma è finita un’organizzazione dedita alle rapine, sequestro di persona, estorsioni, furti aggravati e ricettazione. 

A finire nei guai sono stati: Giancarlo Vitale di 24 anni, Giuseppe De Rita di 26 anni, Michele Brino di 37 anni, Pasquale Monopoli di 32 anni, Giovanni Carosiello di 29 anni, Francesco Procaccio di 28 anni ed il termolese Umberto Trecca di 46 anni.

E’, invece, riuscito a sfuggire alla cattura una nona persona, tuttora attivamente ricercata che, stando alle indagini, era il punto di collegamento tra gli indagati che si occupavano delle rapine in banca e quelli dediti ai “cavalli di ritorno” ovvero coloro che dopo il furto di un’auto, chiamavano il proprietario della vettura sottratta per chiedere una congrua somma in denaro in cambio della restituzione del veicolo.

Il termolese, comunque, ha un’accusa assolutamente marginale rispetto alle responsabilità emerse in capo agli altri arrestati. Sul suo capo c’è la tentata ricettazione. Il suo ruolo nella banda sarebbe minoritario.

Articolo precedenteEolico Off-shore in Adriatico, Regione partner di Progetto Powered
Articolo successivoLa minoranza di Termoli in Conferenza stampa l’11 ottobre