Istituto Biotecnologico Pertini di Campobasso

CAMPOBASSO – Gli studenti dell’Istituto Pertini di Campobasso organizzano un appuntamento di sensibilizzazione sull’emergenza climatica e ambientale con gli autori del libro “Quando il Molise fermò il nucleare in Italia. Quarant’anni di lotte per l’Ambiente a Termoli e nel Basso Molise”.

In occasione della #WeekForFuture, la settimana d’azione per il clima di #FridaysForFuture in programma dal 20 al 27 settembre 2019, anche gli studenti dell’Istituto Biotecnologico Pertini di Campobasso si mobilitano per l’ambiente organizzando un dibattito con Aldo Camporeale e Enzo Gallo autori del libro “Quando il Molise fermò il nucleare. Quarant’anni di lotte per l’Ambiente a Termoli e nel Basso Molise” che si terrà oggi 25 settembre 2019 dalle ore 11:00, presso l’Auditorium dell’Istituto Biotecnologico Pertini in Via Scardocchia a Campobasso.

A tu per tu con gli autori del documento storico che racconteranno quando, a fine anni settanta, il “Molise che non esiste” con una dura lotta, fermò la costruzione delle centrali nucleari in Italia. Una storia che pochi conoscono ma che segna la nascita del movimento ambientalista di massa nel nostro Paese e rappresenta la memoria storica da consegnare alle nuove generazioni su quanto accadde a Termoli.

Il piano del Governo prevedeva la costruzione di due centrali, una nel #Lazio la cui Regione diede il via libera ed una seconda in Molise, tra Termoli e Campomarino che si schierò contro.

Una storia che merita di essere raccontata e conosciuta, un segno concreto di una umanità che non si arrende di fronte ai poteri dei grandi gruppi industriali e agli interessi economici della grande finanza che, spesso sostenuti da una politica “complice e distratta”, pretendono di condizionare e determinare il futuro della terra. Un avvenimento che ci ricorda che le lotte per l’ambiente, oggi più attuali che mai, sono soprattutto un impegno a favore della democrazia, per affermare il diritto di “esistere”, per poter scegliere e determinare il proprio futuro.