TERMOLI – Milleduecento alunni del Molise incontreranno Papà Francesco a Roma. Docenti, collaboratori, alunni, studenti e genitori invaderanno la capitale per un ritrovo denso di significati, non solo spirituali. L’incontro con il Santo Padre è stato promosso in occasione della giornata “La scuola italiana incontra Papa Francesco”, appositamente istituita per il 10 maggio.

“Il pastore universale della Chiesa vuole parlare, lanciare un messaggio di grande speranza per il futuro, entrare nei cuori di quelli che saranno i protagonisti del domani, appunto gli studenti – ha dichiarato Paolo Santella, presidente della Fism Molise, federazione italiana scuole materne -. Un grande evento, di portata storica, al quale, ovviamente, non farà mancare la sua presenza il Molise. La più piccola regione d’Italia, ma solo demograficamente, si è organizzata brillantemente. La nostra regione sarà rappresentata da oltre 1.200 persone che raggiungeranno Roma con 25 pullmann. Ai ragazzi, protagonisti assoluti dell’avvenimento, si uniranno, oltre al personale delle scuole interessate, tutti i familiari,dai più piccoli ai più grandi, in un esodo che definire meraviglioso è semplicemente riduttivo”.

Le 38 scuole dell’infanzia paritaria cattolica molisane, dunque, sono chiamante a vivere un momento di intensa spiritualità. “La istituzione scuola va difesa e promossa con tutte le nostre forze, a costo di qualsiasi sacrificio dovesse necessitare. Rappresenta un pilastro fondante della nostra società, della nostra democrazia. Ed è principalmente per ciò che ci deve stare a cuore, a tutti, credenti e non”.