myNews.iT - Per spazio Pubblicitario chiama il 393.5496623 Elezioni Amministrative Termoli 2024

BRUXELLES _ Prende il via a Bruxelles la mini Sessione Plenaria di giugno. Anche l’Eurodeputato molisano, On. Aldo Patriciello, prenderà parte ai lavori iniziati oggi e che termineranno domani, 23 giugno. Una due giorni in cui gli europarlamentari affronteranno diversi temi oggetto, successivamente, di votazione.

 

I lavori dell’aula potrebbero chiudere mesi di negoziati intrapresi dell’Unione in materia di governance economica che mirano a rinnovare le disposizioni comunitarie sul coordinamento. “E’ nelle nostre intenzioni – afferma l’On. Patriciello – avere più sanzioni ma allo stesso tempo promulgare delle regole che permettano a tutti gli Stati membri di continuare a crescere economicamente”. Da questo punto di vista sono stati conferiti più poteri in materia economica alla Commissione europea ed una migliore autonomia agli enti nazionali di Statistica.

In tale ottica, quella cioè della chiarezza, va anche l’aggiornamento della Direttiva europea sui diritti dei consumatori, oggetto di votazione giovedì. Con la nuova norma si cercherà di fissare le medesime regole per consumatori ed imprese al fine di favorire la crescita degli scambi transfrontalieri e rafforzare i diritti dei consumatori anche in fatto di informazione, consegna e rescissione dei contratti e accorciando i tempi della burocrazia. “Vogliamo dare la libertà ai consumatori di cambiare idea sugli acquisti entro due settimane  – continua l’On. Patriciello – e vogliamo altresì rendere le transazioni su Internet più sicure”.

In aula si parlerà anche di lotta alla povertà, di investimenti strategici in materia di istruzione e di inclusione sociale tramite la votazione della risoluzione elaborata dalla Commissione per i Bilanci in risposta al progetto di bilancio 2012 e che, se approvata, costituirà il mandato per il negoziato previsto per l’11 luglio con Consiglio e Commissione. Il progetto di risoluzione mette in guardia il Consiglio dal fare tagli orizzontali nei bilanci senza una valutazione delle reali esigenze, sulla scorta delle dichiarazioni degli Stati membri.

La relazione della Commissione appoggia anche la proposta di aumento dei pagamenti del 4,9% rispetto al bilancio 2011, ritenendolo il minimo indispensabile per onorare gli impegni assunti dall’Unione Europea negli anni precedenti.Nel corso dei lavori di giovedì, inoltre, verrà votata la candidatura di Mario Draghi a Presidente della Banca Centrale Europea, approvata il 15 giugno dalla Commissione per i problemi economici e monetari. In ultimo, ma non per questo meno importante, il rinnovamento della Pac, la Politica Agricola Comunitaria.

In aula verrà votata una proposta di risoluzione, presentata dalla Commissione per l’Agricoltura, che delinea gli obiettivi principali sull’approvvigionamento di cibo sicuro, protezione dell’ambiente, nuovi posti di lavoro ed energie rinnovabili. Nel documento, infine, si sollecita il mantenimento degli attuali livelli di spesa del Bilancio dell’Unione Europea per il sostegno al settore agricolo.  

 
Articolo precedenteAssociazioni ecologisti democratici protesta contro tratta ferroviaria Roma-Campobasso
Articolo successivoA Campobasso il primo Forum Nazionale delle Polizie Locali d’Italia