BOJANO – Continua incessante l’attività di monitoraggio e prevenzione, disposta in maniera più stringente dal Comando Compagnia Carabinieri di Via Croce, al fine di prevenire reati predatori in genere e in danno di abitazioni in particolare, senza prescindere dall’attività di prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel primo pomeriggio di lunedì, una gazzella dell’Aliquota Radiomobile, denunciava una giovane residente, poiché trovata in possesso, senza giustificato motivo, di un coltello a serramanico della lunghezza di 40 cm ed una lama di 14cm.

La ragazza, in pieno giorno, era stata notata aggirarsi nella centralissima Via Calderari, arteria alla quale viene dedicata particolare attenzione, alla luce delle numerose segnalazioni pervenute al Comando Compagnia. 

L’andirivieni della ragazza, già nota agli operanti, non poteva passare inosservato e dopo un preliminare controllo a distanza, gli operanti decidevano di fermarla e procedere al controllo.

Negli effetti personali della ragazza, risultava essere celato il coltello di grosse dimensioni e di particolare pericolosità – dovuta proprio alla facilità di occultamento – del quale, ovviamente, la stessa non riusciva a giustificare il possesso.

La successiva attività di perquisizione personale, esperita mediante l’ausilio di personale femminile, dava esito negativo.

La giovane dovrà rispondere di possesso ingiustificato di armi e strumenti atti ad offendere (Art. 4 c. 2 Legge 110/1975).

L’attività preventiva volta ai furti in abitazioni, continua a dare risultati positivi grazie alle segnalazioni dei residenti.

Nel tardo pomeriggio odierno, infatti, sono stati due i furti in abitazione sventati a Cercemaggiore, grazie alle telefonate giunte al 112NUE di residenti che hanno segnalato un’autovettura di grossa cilindrata di colore grigio, vista aggirarsi in zona e poco dopo l’intervento di una gazzella dell’Aliquota Radiomobile, vista fuggire in direzione del Capoluogo.