TERMOLI – Grande successo per il Museo Spontaneo brigidino inaugurato il 16 ottobre scorso alla presenza di molti genitori, alunni e docenti dell’Istituto Comprensivo Brigida di Termoli.

Cellula del M.E.M.O.RI. – Museo Euro Mediterraneo dell’Oggetto Rifiutato, in collaborazione con Matera 2019, il Museo Spontaneo è un’espansione di quello di Potenza. Ed è in connessione con Potenza che la cerimonia d’inaugurazione ha avuto luogo: attraverso un collegamento virtuale via Messenger, le referenti dell’associazione culturale La luna al guinzaglio sono entrate nel vivo dell’evento partecipando ai momenti iniziali dell’apertura del Museo, sugellata dal simbolico taglio del nastro da parte del Dirigente Scolastico prof. Francesco Paolo Marra e delle docenti ideatrici e curatrici dell’esposizione, prof.ssa Zappacosta Francesca e prof.ssa Ricci Mara. 

Dopo aver partecipato in veste di collezionisti all’allestimento del Museo, i ragazzi coinvolti nel progetto hanno accolto con emozione ed entusiasmo i numerosi visitatori dando voce ai loro oggetti-reperti, raccontandone la storia e condividendo così esperienze, ricordi, sogni e memorie. 

Ulteriori sorprendenti connessioni virtuali sono state rese possibili grazie all’App MemorAbilia che, installata su tablet e cellulari, ha consentito ai presenti di visualizzare a distanza reperti conservati nel Museo di Potenza, attivarne animazioni in 3D ed avviare audio-guide esplicative.

I visitatori sono stati infine invitati a lasciare un segno del loro passaggio, firmando la loro presenza su un quaderno dei ricordi. Apprezzato l’originale allestimento dell’ecclettico Professor Rino Greco realizzato con materiali di recupero.

Il Museo Spontaneo brigidino, aperto al pubblico per l’intero anno scolastico, dal 24 ottobre al 4 novembre 2019 approderà anche a Genova: sarà infatti fruibile virtualmente nella sezione speciale del M.E.M.O.RI. – Museo Euro-Mediterraneo dell’Oggetto Rifiutato al Festival della Scienza.