CantoreCarabinieri
Colonnello Fabio Ficuciello con Filippo Cantore

TERMOLI – Operazione antidroga dei Carabinieri a Termoli. Per un giovane di 23 anni di Termoli è scattato l’arresto in flagranza di reato per detenzione di sostanze stupefacenti finalizzate allo spaccio.

Il ragazzo è stato trovato con mezzo chilo di marijuana sul tavolo da cucina in casa, 1 gr di eroina, due bilancini di precisione ed una discreta somma di denaro contante in banconote di piccolo taglio. L’appartamento, situato in centro, era stata affittata dallo stesso e ci viveva con la fidanzata, anch’essa di 23 anni, arrestata con la stessa accusa dai Carabinieri di Termoli.

Sono questi gli esiti di una operazione antidroga scattata a sorpresa ad inizio settimana, a Termoli, da parte dell’Arma. I risultati sono stati illustrati, questa mattina, nel corso di una conferenza stampa tenuta dal Comandante della Compagnia, colonnello Fabio Ficuciello con il comandante della Stazione Filippo Cantore.


I due sono stati sorpresi nell’abitazione con la droga appena arrivata, poggiata sul tavolo dove avrebbe dovuto essere preparata in dosi per lo spaccio. Nell’appartamento anche un ragazzino minorenne, appena entrato per l’acquisto della sostanza stupefacente. I militari pedinando il diciassettenne, anch’egli della città, hanno scoperto la casa con la coppia di spacciatori locali. Immediate le manette per entrambi: lo studente universitario iscritto ad un ateneo di altra regione, è stato trasferito in carcere a Larino mentre la giovane è stata associata nell’istituto di pena di Chieti. Il minore è stato segnalato come assuntore di sostanze stupefacenti in Prefettura a Campobasso.

Le indagini dei Carabinieri non si fermano. Il comandante Ficuciello ha sottolineato:“L’inchiesta prosegue non solo tra i giovanissimi ma anche meno giovani. Stiamo analizzando i consumatori della cosiddetta Termoli bene”.


L’Arma ha dato il via ad un “giro di vite” verso il fenomeno dello spaccio. Negli ultimi 40 giorni sono 4 gli arresti eseguiti dai militari per spaccio ed i controlli serrati proseguiranno fino alla conclusione delle festività natalizie. Il Comandante Ficuciello sottolinea l’importanza della collaborazione dei cittadini per snidare gli spacciatori. “Verificheremo la provenienza della marijuana ma desideriamo anche sensibilizzare i cittadini ad essere custodi della comunità. Chiediamo la loro collaborazione”.