Il Consiglio Comunale Termoli del 6 luglio 2020

TERMOLI – È stata un’assise con le vele spiegate al vento, quella che si è svolta questa mattina nella sala consiliare del Comune di Termoli. Sono stati sedici gli argomenti all’ordine del giorno letti dal presidente Marone, neo assessore regionale alle politiche sociali e del lavoro, e molti votati in un lampo.

Infatti per tredici argomenti in discussione dal riconoscimento dei debiti fuori bilancio alla ratifica di una delibera di giunta sul fondo regionale di solidarietà a sostegno al pagamento del canone di locazione dell’abitazione di residenza, sia la lettura che la votazione è avvenuta velocemente con i voti a favore della maggioranza e l’astensione della minoranza.

Però si sa, in politica, come in mare, bisogna prestare spesso molta attenzione, e durante il consiglio, dove tutti i consiglieri comunali di opposizione erano presenti con un collegamento in remoto, tranne la consigliera Marcella Stumpo della rete per la sinistra, la maggioranza è rimasta imbrigliata nelle rete del 5G.

La mozione con la “richiesta di divieto installazione sul territorio comunale di reti di quinta generazione 5G”, presentata dai consiglieri di maggioranza Annibale Ciarniello e Pino Nuozzi, è passata con solo 11 voti favorevoli. Quattro sono stati gli astenuti nella fila della maggioranza, con Fernanda De Guglielmo, Alberto Montano, Costanzo Pinti e il Sindaco Francesco Roberti, quattro in minoranza, e quattro i voti contrari dei consiglieri pentastellati.

Così commenta sulla vicenda, in un post sul suo profilo social, il consigliere della lega Annibale Ciarniello: “Oggi in consiglio è passata la mozione presentata da me ed il collega Pino Nuozzi che impegna il sindaco a vietare, in via precauzionale, l’installazione delle antenne 5G fintanto che non ci siano studi certi sulla sicurezza in termini di salute cittadina. Hanno votato contro ed in blocco tutti e 4 i consiglieri del gruppo 5 stelle nonostante e da sempre si siano vantati di essere della parte dei cittadini… Del resto sono filogovernativi e devono seguire gli ordini di scuderia… Mi spiace altrettanto dell’astensione della rete della sinistra e del PD in quanto la salute dei cittadini, ma anche il semplice rischio, non dovrebbe avere colore politico… Dispiace ancor più che anche 4 componenti di maggioranza si siano astenuti… Ai restanti consiglieri che hanno votato favorevolmente va il mio ringraziamento…”.

È stata approvata, invece, all’unanimità, con 21 voti dei presenti, la mozione presentata come primo firmatario dal consigliere comunale pentastellato Ippazio Stamerra , avente ad oggetto: ”Sosta gratuita nelle strisce blu dei veicoli elettrici o ibridi con motore elettrico”.  Il consigliere Stamerra prima dell’illustrazione ha esordito con una breve polemica sul ritardo della discussione di una mozione presentata dal 20 gennaio 2020: Prima di tutto volevo fare una breve dichiarazione. Sono passati sei mesi dalla presentazione di questa mozione , a me sinceramente sembra assurdo di continuare con questo andamento, è vero che siamo stati bloccati dalla pandemia, ma il fatto di fare tutto online e in videoconferenza secondo me ha facilitato e velocizzato tutto, quindi rallentare questo lavoro dell’opposizione, per me e credo anche per i colleghi della minoranza, non trova nessuna giustificazione“.

Chiusa la polemica da parte del presidente del consiglio Michele Marone, Stamerra ha proseguito nella suo intervento: “Questo provvedimento può essere attuato in via sperimentale, uno o due due anni di prova. A livello nazionale il Governo sta facendo già la sua parte con incentivi che, secondo gli ultimi provvedimenti, vanno fino a diecimila euro e trovo giusto, quindi, anche le amministrazioni comunali facciano la loro parte attraverso questi provvedimenti che rendono attrattivo l’uso di questi mezzi di trasporto per una mobilità più sostenibile”. Successivamente è seguito l’intervento del consigliere di maggioranza Vincenzo Sabella che, in qualità di rappresentante dell’Associazione Città dei Motori e dipendente FCA, ha espresso la sua intenzione di voto favorevole alla mozione sottolineando anche che c’è l’intenzione della FCA di voler costruire a breve dei motori ibridi nello stabilimento di Termoli.

infine è stata approvata con 21 voti favorevoli, all’unanimità dei presenti, l’ordine del giorno per la campagna di solidarietà per la ricerca di ”verità per Giulio Regeni”, presentato, come prima firmataria, dalla consigliera Manuela Vigilante il 26 febbraio 2020.

Il consiglio si è concluso con la risposta del vicesindaco Vincenzo Ferrazzano all’interpellanza della consigliera Daniela Decaro del Movimento 5 Stelle sulle ditte che hanno eseguito i lavori di ripristino nelle vie: corso Umberto I, via Molise, via Mascilongo, via Rio Vivo, lungomare Cristoforo Colombo a partire dal lido Blutuff, e nelle altre vie comunali negli ultimi 2 anni.

Il video in diretta del Consiglio Comunale di Termoli del 6 luglio 2020:

Termoli, primo consiglio comunale del neo Assessore Regionale Marone

Consiglio Comunale #Termoli: maggioranza a "gonfie vele" imbrigliata nella rete #5G

Posted by myNews on Monday, 6 July 2020