VenittelliRenzi
Laura Venittelli con Matteo Renzi
TERMOLI – Dal voto in Sicilia, al di là della valutazione locale, ci arriva un messaggio politico chiaro. Sui collegi maggioritari un centrosinistra diviso contro il M5S e un centrodestra compatto rischia di perdere diversi seggi. La nuova legge elettorale con la quale voteremo in primavera ci richiama al dovere della responsabilità e dell’unità. Una coalizione larga, ma omogenea nella visione riformista e governativa con al centro il PD è indispensabile sia per competere sui seggi maggioritari, sia per avere più forza sul dato proporzionale. La scheda è unica, il voto è congiunto. L’effetto trascinamento del voto maggioritario può avere ricadute pesanti anche sul dato proporzionale.

 

L’elettorato è intelligente è vuole che il suo voto sia utile. Sabato avremo modo di riflettere meglio sulle scelte politiche che la nuova legge elettorale, di fatto, ci impone.”
 Questo il commento dell’onorevole dem Laura Venittelli nell’invitare la stampa e i cittadini al convegno “Italia 2018, la nuova legge elettorale. Analisi dei profili giuridici e degli effetti politici”, in programma sabato 11 novembre alle ore 17.30 presso la sala consiliare del Comune di Termoli.

L’evento sarà l’occasione per comprendere dunque i meccanismi di funzionamento della nuova legge elettorale, analizzare i profili giuridici e gli effetti politici grazie alla presenza del professor Marco Olivetti, ordinario di diritto costituzionale all’Università Lumsa di Roma, a Salvatore Borghese fondatore di Youtrend, sito specializzato in analisi politica. Interventi in collegamento via Skype anche di Marco Meloni deputato del Partito Democratico che non votò la fiducia alla Camera sulla legge elettorale e di Dario Parrini, deputato del Partito Democratico in Commissione Affari costituzionali della Camera. L’evento sarà introdotto dai saluti dell’avvocato Manuela Vigilante, Presidente del Consiglio Comunale di Termoli. 

1 commento

  1. rosatellum
    E’ vero che l’elettorato è intelligente è vuole che il suo voto sia utile. Proprio per questo saranno penalizzati e non riconfermati tutti i candidati che hanno trascurato problematiche inerenti il territorio di appartenenza. Il silenzio sull’operazione tunnel sarà molto, ma molto penalizzante.

Comments are closed.