M.Romano, A.Di Giuseppe, A. Di Pietro
CAMPOBASSO _ L’ufficio politico dell’Italia dei Valori, riunito il 12.01.2009 alla presenza del Presidente sen. Giuseppe Astore, del segretario Giuseppe Caterina, dell’on. Anita Di Giuseppe, e dei consiglieri regionali Nicandro Ottaviano (capogruppo) e Massimo Romano, in relazione alle prossime scadenze elettorali del 2009, in particolare al rinnovo dell’amministrazione comunale di Campobasso, ha stabilito quanto segue:

“Nelle prossime elezioni amministrative del giugno 2009, l’Italia dei Valori, forte dello strepitoso risultato elettorale delle politiche 2008, sarà presente in tutte le competizioni con proprie liste e propri candidati per dare corso al mandato che i cittadini ci hanno conferito per il rinnovamento della politica in Molise. Il 28% su base regionale e, in particolare, il 34% sul Comune di Campobasso, rappresentano un segnale importante ed inequivocabile che i cittadini ci hanno inviato e che intendiamo raccogliere e rispettare.

E’ stata sconfitta la vecchia politica e occorre perciò avviare una stagione nuova incentrata sul ricambio generazionale e su un nuovo modo di concepire il rapporto tra politici e cittadini, dove i primi si considerino dipendenti dei secondi (cittadini e non sudditi!!!). A Campobasso Italia dei Valori candiderà alla carica di Sindaco il consigliere regionale Massimo Romano, come stabilito dall’Ufficio politico ed ufficializzato dal Presidente nazionale On. Antonio Di Pietro.

Una scelta di rinnovamento, di ringiovanimento, di cambiamento radicale, per un progetto politico da costruire insieme ai cittadini, aggregando forze politiche di centrosinistra, forze politiche orfane di rappresentanza, in difficoltà nei partiti di provenienza, forze civiche, di quartiere, movimenti sociali ed ambientalisti, personalità del mondo della cultura, della scienza, dello spettacolo, dello sport, del mondo produttivo. Costruire, insomma, una nuova alleanza politica, un nuovo centrosinistra, che superi le vecchie liturgie di partito e si ispiri ad un rinnovato dialogo con i cittadini. Ciò per restituire dignità politica e culturale alla città di Campobasso e per guardare con rinnovato impegno a tutti i prossimi appuntamenti elettorali, regionali comprese.

In relazione alla scelta di primarie per l’individuazione del candidato Sindaco, ribadendo che Italia dei Valori ha sempre indicato le primarie come metodo migliore per aggregare e stimolare la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica (anche, vanamente, in occasione delle provinciali e regionali 2006), riteniamo che in un contesto complesso e disarticolato del centrosinistra e all’interno di taluni partiti del centrosinistra, le primarie si trasformerebbero in una resa dei conti controproducente. Al contrario, per rilanciare la partecipazione popolare alle scelte politiche abbiamo già stabilito di introdurre il meccanismo della previa consultazione popolare dei cittadini sulle scelte più importanti e che più direttamente incidono sulla vita degli stessi.

La ricerca dell’unità delle forze politiche alternative alla politica e ai metodi clientelari di Michele Iorio era, è e resta la stella polare dell’Italia dei Valori. Pertanto, si auspica nella pronta risoluzione dei contrasti interni ai partiti del centrosinistra, politici e purtroppo anche e soprattutto mediatici, al fine di riavviare un confronto sui programmi e sulle prospettive, senza alcuna preclusione di sorta. In merito alle polemiche che hanno riguardato il consigliere provinciale Cristiano Di Pietro, l’Ufficio politico, fermo il rispetto per le opinioni personali espresse da taluni esponenti nazionali dell’Idv, ribadisce, all’unanimità, la solidarietà alla persona e al politico Cristiano Di Pietro, confermando, quanto già affermato e stabilito in precedenza, di rispettare la sua scelta di dimettersi dal partito pur ribadendo la disapprovazione di tale scelta abnorme ed oltremodo punitiva rispetto alle contestazioni prive di qualsivoglia rilevanza penale”