Dopo il Punteruolo Rosso delle palme arriva il parassita degli oleandri.

Oleandri del Corso
Oleandri del Corso

TERMOLI _ Oleandri a rischio. Un parassita: la cocciniglia bianca ha letteralmente infestato tutte le piante di Corso Nazionale e Corso Fratelli Brigida che ora sono praticamente in balìa dell’insetto. Il parassita è stato notato da alcuni commercianti del centro i quali si sono resi conto della brutta situazione in cui si trovano le belle piante ed hanno denunciato il caso. Passeggiando per il corso nazionale è, infatti, facile individuare il parassita che stà attacando gli oleandri. L'”ospite” indesiderato è l’aspidioto dell’edera (Aspidiotus hederae), un parassita assai frequente nei paesi del mediterraneo. Si tratta di un particolare tipo di cocciniglia, che attacca prevalentemente la pagina inferiore della foglia. Secondo alcuni esperti, bisognaCocciniglia intervenire repentinamente per evitare il peggio. Dopo il “punteruolo rosso” che ha rovinato diverse palme in città, ora arriva la cocciniglia bianca.

Molti siti del settore consigliano di intrapredere le seguenti azioni:  
Se l’infestazione è di lieve entità è possibile debellare questo parassita asportandolo manualmente, avendo cura di disinfettare i fori lasciati dagli insetti con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool.

Se l’infestazione dovesse essere massiccia  è bene intervenire utilizzando dell’olio bianco, magari attivato con un piretroide o con malathion, per un’azione più efficace.
Per un risultato ottimale è consigliabile trattare le piante con anticoccidici all’inizio della primavera oppure in autunno-inverno, in modo da riuscire a distruggere la gran parte delle uova, evitando di danneggiare gli insetti utili, poco presenti in questi periodi dell’anno.

3 Commenti