L’altare della chiesa Santa Maria della Vittoria in Valentino (Questa foto e quella di copertina sono dello scorso anno)

Giovedì 19 marzo alle 21, festa di San Giuseppe, recitiamo tutti da casa il Rosario e preghiamo insieme per il Paese esponendo un drappo bianco o una candela accesa

Il Vescovo di Termoli-Larino ringrazia tutti i sacerdoti e le comunità religiose per la rete positiva di comunicazione e disponibilità attivata

Mons. De Luca celebrerà alcune messe e momenti di preghiera privata sul territorio che si potranno seguire da casa sui canali social della Diocesi

TERMOLI – Il Vescovo della Diocesi di Termoli-Larino, mons. Gianfranco De Luca, rinnova con fede e affetto sincero la sua vicinanza a tutte le comunità assicurando la preghiera personale nell’affidamento al Signore di una situazione di emergenza e fatica che sta vivendo tutto il Paese a causa della diffusione del Coronavirus

La distanza fisica e questo periodo di “esilio” dalle celebrazioni, dalle attività pastorali e dagli appuntamenti che accompagnano il cammino quaresimale non allontana, però, la partecipazione del cuore

Un invito ad aprirci al Signore e a coltivare la preghiera personale per riscoprire e recuperare il contatto con Dio, nonostante il digiuno eucaristico, ma anche a condividere, seppure a distanza, momenti di sano umorismo e di dialogo.

Mons. De Luca ha voluto ringraziare tutti i sacerdoti della Diocesi, le comunità religiose e le parrocchie che in questi giorni di “isolamento” hanno attivato (e stanno attivando), in vario modo, una rete di comunicazione positiva mettendosi a disposizione dei fedeli, in particolare quelli più fragili, e celebrando la Santa messa in privato – ma per il popolo. Occasione per promuovere, per quanto e per chi è possibile, iniziative di condivisione sui social e in tutte le modalità che le moderne tecnologie offrono per creare una comunità aperta e solidale superando ogni indifferenza e paura

Mons. De Luca ha evidenziato, tra le altre cose, anche la possibilità di poter utilizzare i libretti distribuiti nelle parrocchie (e scaricabili sul sito della Diocesi) dedicati alla preghiera in famiglia: “Preghiamo in famiglia” e “Alla riscoperta dell’amico discreto”. 

Nei prossimi giorni il Vescovo sarà presente sul territorio per tenere viva e sostenere la vita spirituale di tutte le comunità presiedendo, nel rispetto delle prescrizioni imposte dalle ordinanze, alcuni momenti non aperti al pubblico che potranno essere seguiti da casa e saranno diffusi sui canali social della Diocesi come segno di condivisione e partecipazione comunitaria: 

  • Sabato 14 marzo 2020, alle 18, il Vescovo reciterà il Vespro nella cappella della chiesa di San Francesco a Termoli;
  • Domenica 15 marzo 2020, alle 10.30, mons. De Luca celebrerà la Santa messa al Santuario della Madonna a Lungo di Termoli (Santa Maria della Vittoria in Valentino);
  • Giovedì 19 marzo 2020 la comunità diocesana si unirà a tutte le Chiese d’Italia per aderire al momento di preghiera per tutto il Paese, invitando ogni famiglia, ogni fedele, ogni comunità religiosa a recitare in casa il Rosario (Misteri della luce), simbolicamente uniti alla stessa ora: alle 21 di giovedì 19 marzo, festa di San Giuseppe, Custode della Santa Famiglia. Alle finestre delle case si propone di esporre un piccolo drappo bianco o una candela accesa. TV2000 offrirà la possibilità di condividere la preghiera in diretta. “A te, o beato Giuseppe, stretti dalla tribolazione ricorriamo e fiduciosi invochiamo il tuo patrocinio, insieme con quello della tua santissima Sposa” (Leone XIII).
  • Domenica 22 marzo alle 10 il Vescovo celebrerà la Santa messa al Santuario diocesano della Madonna della Difesa a Casacalenda.

Mons. De Luca ha espresso piena vicinanza in comunione di preghiera a tutti i malati, agli operatori sanitari, alle autorità, ai volontari, a tutti coloro che sono impegnati in prima linea in tutte le attività finalizzate alla cura e alla prevenzione del contagio. 

Infine, un richiamo alla responsabilità e al rispetto di tutte le prescrizioni necessarie ricordando sempre che “nella costruzione del bene comune c’è anche il nostro bene e che la specificità di ciascuno va accolta e vissuta nell’orizzonte dell’insieme”.

A tutte le comunità il Vescovo ha rinnovato la Santa benedizione nell’intercessione della Vergine Maria.

Diocesi di Termoli-Larino

Q

Posted by Santuario Santa Maria della Vittoria on Sunday, 15 March 2020