myNews.iT - Per spazio Pubblicitario chiama il 393.5496623 Elezioni Amministrative Termoli 2024

CAMPOBASSO _ Preso Atto della Delibera di Giunta Regionale  n. 199  del 3 marzo 2009  con cui, in modo inconsueto e in assenza di istruttoria e di segretario verbalizzante, è stato conferito mandato ad un legale per procedere contro un organo di stampa locale, reo di essere in contrasto con la linea politica del medesimo Governo Regionale;

Tenuto Conto che  il comma 2)  dell’art. 21 della Costituzione sancisce che  “La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure “ ; 
Considerato che la Regione Molise non ha una propria legge che regola i rapporti con gli organi d’informazione e restano ancora da esaminare nelle preposte Commissioni Consiliari le proposte n. 76 d’iniziativa urgente della Giunta ( Delibera n. 1463 del 14.12.2007 ) e la p.d.l. n. 91 presentata il 13.02.2008 dai consiglieri Petraroia, Natalini, Leva, Romano, Bonomolo, Totaro, Cavaliere e Bonomolo; 
Lette le note della Federazione Nazionale della Stampa e dell’Associazione Stampa Molisana in cui si esprime preoccupazione per la scelta di un Organo Istituzionale di utilizzare fondi pubblici per perseguire in sede giudiziaria dei giornalisti che manifestano liberamente il proprio pensiero; 
Vista l’aggressione mediatica subita dal Segretario dell’AssoStampa del Molise reo solo di aver preso una posizione pubblica  in difesa dei giornalisti coinvolti; 
IMPEGNA
1)  la Giunta Regionale a revocare la Delibera n.199 del 3.03.09 perché in contrasto con l’art. 21 della Costituzione;
2)  la IV° Commissione a istruire urgentemente la p.d.l. n. 91 al fine di regolamentare in modo organico il settore radiotelevisivo, dei portali telematici e della carta stampata in Molise;ESPRIME Solidarietà all’Associazione della Stampa Molisana, al suo Segretario e ai giornalisti coinvolti da un’iniziativa politica ed istituzionale senza precedenti.

 

Michele Petraroia
Michelangelo Bonomolo
Mauro Natalini
Danilo  Leva
Articolo precedenteLicenziato dalla Molise Ambiente, è stato reintegrato dal Giudice del lavoro. Valterio De Santis dovrà rientrare al lavoro
Articolo successivoAlla Di Vaira di Petacciato il Campionato nazionale di potatura d’olivo