myNews.iT - Per spazio Pubblicitario chiama il 393.5496623 Elezioni Amministrative Termoli 2024

CAMPOBASSO _ Ho letto con attenzione il comunicato inviato dal comitato civico “Cittàsveglia” a tutti gli organismi amministrativi ed a quanti hanno un ruolo nella comunità di Campobasso. E’ lodevole l’impegno profuso dal comitato che ha in attenzione il problema urbanistico della città di Campobasso e si pone l’obiettivo di rendere il capoluogo più vivibile. L’attenzione di “Cittàsveglia” si pone nello specifico sulla destinazione dell’area dell’ex. Romagnoli ritenendola inadeguata per la  costruzione della nuova sede della regione Molise.

Il comitato esprime un chiaro e netto disappunto a questa ipotesi adducendo una serie di motivazioni e proponendo soluzioni alternative favorevoli alla decentralizzare della sede regionale per evitare un accentramento del traffico verso il centro della città. Le azioni di “Cittàsveglia” sono inoltre finalizzate a ricreare le condizioni essenziali per ridare a Campobasso l’appellativo di città giardino.
Senza entrare nel merito specifico della localizzazione più o meno giusta della sede della regione Molise, colgo la positività del messaggio di democrazia che il comitato lancia. “Cittàsveglia” parla infatti di consultazione referendaria per conoscere il pensiero dei cittadini su una questione vitale e definitiva per Campobasso.

Sacrificare una possibile area verde attrezzata al centro della città oppure edificare la sede pur bella della regione Molise, sono scelte importanti che modificheranno l’immagine e la fruibilità della città, per questa e per le future generazioni. Una consultazione popolare può diventare allora un giusto ed equo  sistema di dialogo tra cittadini e rappresentanti politici, un principio di democratica collaborazione che potrà eliminare le  illazioni di chi ritiene questa decisione imposta e non ragionata.

Mi piace immaginare una città pronta a questa sollecitazione, con una serie di gazebo dislocati nei vari quartieri, per favorire la maggior affluenza possibile e l’acquisizione del maggior numero possibile di pareri per far si che la risposta sia numericamente significativa e molto probabilmente determinante per le scelte future. Una città moderna e democratica capace di determinarsi dando una indicazione precisa a quanti la governano. Movimento per le autonomieUfficio stampa                                                                                       Coordinatore regionale MpA

Articolo precedente“Il Viadotto Ingotte deve essere ricostruito”. I socialisti Montanaro e Manocchio soddisfatti per i lavori annunciati dall’Anas
Articolo successivo“A Petacciato cittadini di serie A e serie B”. L’ex Sindaco Greco in polemica con l’attuale primo cittadino La Palombara pratiche post-terremoto