myNews.iT - Per spazio Pubblicitario chiama il 393.5496623 Elezioni Amministrative Termoli 2024

CAMPOBASSO _ Nelle ultime ore, i Finanzieri del G.O.A –articolazione del Nucleo Polizia Tributaria di Campobasso -, hanno messo a segno una ulteriore operazione in materia di contrasto ai traffici illeciti di sostanze stupefacenti.

Le attività hanno interessato l’intera Provincia, con il concorso di numerose pattuglie ed il supporto delle unità cinofile. Nel corso dei servizi, i Militari hanno individuato due pusher lungo le arterie dell’area matesina.
Sotto sequestro, sono finiti complessivamente circa 300 grammi di
marijuana, 60 grammi di hashish ed un bilancino elettronico di precisione. Due le segnalazioni alla competente Autorità Giudiziaria, per le violazioni previste e punite dal D.P.R. nr. 309/90 in materia di stupefacenti

. Immediate le perquisizioni domiciliari, grazie alle quali i Finanzieri individuavano, abilmente occultate, ulteriori modiche quantità di hashish, che non sfuggivano all’infallibile fiuto del cane “Melo”.
Sono in corso indagini serrate tese a ricostruire in ogni dettaglio il mosaico criminoso ed ogni altro aspetto connesso al traffico: gregari, appoggi, itinerari e mercato di approvvigionamento. Le attività investigative sono coordinate dal Dr. Fabio Papa, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Campobasso. Non si escludono sviluppi operativi nel breve e medio termine, sulla scorta dei dati, degli elementi e degli spunti complessivamente raccolti. Il servizio ha ancora una volta testimoniato l’impegno del Corpo contro i traffici illeciti di qualsiasi forma e natura, grazie ad attività penetranti e capillari nell’intera circoscrizione di competenza.

Articolo precedenteAntonino D’Antonio, consigliere comunale di Montenero di Bisaccia, esprime solidarietà all’operaio licenziato dalla SI.ECO
Articolo successivoPagare i tributi accumulando punti nella Fidelity Card. Questa l’ultima iniziativa del Comune di Petacciato. Domani la presentazione della singolare iniziativa, tra le prime d’Italia