TERMOLI _ Sabato 30 luglio nel cortile della scuola media O. Bernacchia di Termoli, nell’ambito della rassegna “CineMare”, organizzata dai Circoli “Kimera Cineclub” e Circolo del cinema Lino Lapenna di Termoli, con inizio alle ore 21,30 ci sarà la proiezione del Film “Belvedere” di Ahmed Imamovic – Con: Sadžida Šeti, Nermin Tuli, Minka Mufti, Armin Rizavnovi, Adis Omerovi.

Un film del regista bosniaco Ahmed Imamovic, da non perdere, non solo per non dimenticare, ma per mettere in guardia che anche nella “civile Europa” i fomentatori di odio che amano indossare camice di vari colori, ancora adesso sono ben pronti a passare dalle parole pesanti alla mattanza verso chiunque è “diverso”.

Una storia sui sopravvissuti del genocidio di Srebrenica del 1995, quando le truppe serbe al comando di Ratko Mladic (il criminale di guerra dalla cui cattura dipenderà anche l’ingresso della Serbia nell’Unione europea nel 2016; ndr) trucidarono oltre 8 mila civili musulmani, per lo più uomini e ragazzi, e deportarono migliaia di donne.

“Quindici anni dopo il genocidio – dice il regista – vediamo che le cose sono ancora ferme, che ancora si muovono madri, mogli e sorelle, il cui unico scopo è quello di ritrovare le ossa dei loro cari”. Imamovic firma anche la sceneggiatura del film, ma precisa che i dialoghi sono stati “brillantemente nobilitati” da Abdulah Sidran, scrittore, poeta e sceneggiatore dei primi film di Emir Kusturica.