SpiaggiaSeraTermoli
La spiaggia di Sant’Antonio di Termoli

TERMOLI – Secondo l’opinione di molti con questa dichiarazione il Presidente della Liguria Giovanni Toti, rilasciata ieri sera durante una nota trasmissione televisiva, ha offeso il Molise e tutti i molisani: “Se io apro le spiagge produco un effetto massa di sicuro, cosa che non faccio. Se le apre il mio amico Toma del Molise le spiagge produrrà, forse, qualche persona che va su una spiaggia di un fiumiciattolo o di un lago”. E anche il Sindaco di Termoli Francesco Roberti ha voluto replicare, questo pomeriggio alle dichiarazioni del governatore della Liguria.

Come sindaco di Termoli, presidente della Provincia di Campobasso e rappresentante della Costa dei Delfini sono rimasto molto colpito dalle dichiarazioni rilasciate dal presidente della Liguria Giovanni Toti durante una trasmissione televisiva. 

Paragonare le spiagge del Molise a quelle di un “fiumiciattolo” o di un “lago” è stata la classica uscita di cattivo gusto di cui ne avremmo fatto sinceramente a meno. Con quelle dichiarazioni Toti ha offeso non solo il Molise ma bensì tutti i molisani. Ma anche tutti coloro che lavorano sulle nostre spiagge e chi, annualmente, sceglie il nostro litorale per le proprie vacanze. In un periodo di piena incertezza, per quel che sta accadendo a causa dell’emergenza Coronavirus-Covid19, sarebbe bene pensare e dosare le parole prima di parlare perché si rischia di uscire ampiamente dal seminato. 

Insieme a Montenero di Bisaccia, Petacciato e Campomarino siamo orgogliosi delle nostre spiagge, grandi e piccole che siano. Abbiamo attività fiorenti che si basano sul turismo del mare e non vediamo l’ora che possano tornare a pieno regime come è sempre accaduto. 

La nostra costa offre qualcosa di particolare, un’oasi incontaminata con un ambiente sano e salubre dove riposarsi, trascorrere le ferie in tutta tranquillità e godere dei servizi che i nostri balneatori, insieme al resto del settore turistico, mettono a disposizione. Senza poi pensare anche alle spiagge libere che rappresentano una valida alternativa per chi vuole scegliere la vera natura incontaminata.

Sicuramente Toti avrà sbagliato paragone, quando tutto tornerà alla normalità lo inviteremo in Molise per qualche giorno di relax, in questo modo si renderà conto di persona di quel che rappresenta la nostra costa all’interno del contesto della regione Molise e potrà apprezzare da vicino la nostra ospitalità e il gran cuore meridionale che ci contraddistingue.

Con la Regione Molise siamo in costante contatto e ci siamo già schierati dalla parte dei balneatori nella speranza che a breve gli stabilimenti possano riaprire attenendosi alle prescrizioni che il momento richiede. 

Francesco Roberti Sindaco di Termoli“.

La replica sui social del Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti:

“Agli italiani non frega nulla dello scontro tra Governo e Regioni. Usciamo dall’epoca dei divieti e entriamo insieme in quella delle regole, chiare e che tengano conto delle diversità dei territori. E diamo ai cittadini sicurezza, risposte e speranze per il futuro. 

Ps: il paragone con il Molise l’ho fatto proprio perché c’è il mare come in Liguria ma ci sono differenze che vanno considerate! La Liguria ha circa 350 km di costa, il Molise circa 35 km… vi sembra esattamente la stessa situazione da gestire? La geografia non è un’opinione, ma neanche la matematica! Amici del Molise il resto è strumentalizzazione, io vi abbraccio!”

Giovanni Toti
Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria