fratinoPETACCIATO – A Petacciato marina mezzi pesanti arano la spiaggia per la pulizia annuale distruggendo i nidi di Fratino, il limicolo che vive nell’ambiente dunale. Lo denuncia il Presidente di Ambiente Basso Molise Luigi Lucchese che, nelle ultime settimane, aveva monitorato il litorale rinvenendo le uova del piccolo uccello che aveva nidificato in diversi punti. “I trattori sono entrati in azione sulla costa di Petacciato, all’altezza dell’unico stabilimento presente, arando completamente il litorale e, come ogni anno, si è proceduto in maniera sistematica a compromettere la riproduzione del Fratino – ha dichiarato Lucchese – . Purtroppo a Petacciato non si è nuovi a questo genere di azioni e già negli anni passati si è riscontrato un notevole decremento delle riproduzioni del Fratino, simbolo delle nostre spiagge, è una specie protetta a livello comunitario, nazionale e regionale”.

Nei giorni scorsi i volontari, avevano individuato otto coppie pronte alla predisposizione di nidi per la cova delle uova nello stesso sito martoriato dai mezzi meccanici. “Ancora una volta le nostre sollecitazioni sono state ignorate – ha proseguito Lucchese -. Dal 2016, però, c’è una grossa novità: le misure a tutela di questo fragile uccellino, specie protetta, rientrano tra i requisiti considerati per valutare i comuni costieri che puntano a ottenere il riconoscimento della Bandiera blu”.