LARINO _ Parte domani 5 Marzo il progetto culturale “ Venerdì in Biblioteca”, che si svilupperà in due fasi distinte. I venerdì mattina, secondo un calendario predisposto e concordato con gli Istituti Scolastici larinesi, la Biblioteca Preziosi sarà visitata dagli studenti larinesi. In serata,dalle ore 18,00, si terranno le relazioni a tema da parte di esperti di vari settori. Si comincerà domani con la dr.ssa Lucia Vitiello e Graziella Vizzarri che tratterranno l’argomento Psicologia e Lettura. Seguirà venerdì prossimo l’approfondimento della Storia della Tipografia e della Tecnica Tipografica a cura del dott. Cesare Rossi e del dott. Napoleone Stelluti. S.E. Gianfranco De Luca, Vescovo della nostra Diocesi, il 19 marzo illustrerà il tema Il Libro nella Teologia – Celestino V; di Come saper leggere e ascoltare la Poesia si parlerà invece il venerdì successivo, il 26 Marzo, con l’intervento del prof. Umberto Cerio.
Il Presidente del Consiglio Comunale, Demetrio Di Fonzo relazionerà il 9 Aprile su Libro e Marketing. Arte e Storia dell’Arte dal Moderno al Contemporaneo il tema che tratteranno il prof Antonio Picariello e l’ing. Marco Ranellucci venerdì 16 aprile. Il venerdì successivo sarà la volta della dott.ssa Carmela Di Lorenzo con Maria Paolitto e Costanzo Iamonico ad illustrare La Catalogazione del Libro.

Si parlerà poi il 7 Maggio di Storia della Fotografia a cura del Prof. Giovanni Luccitelli, il 14 di Letteratura, Struttura, Architettura con l’arch. Giovanni Vitiello. Chiuderà questo primo ciclo di conferenze il prof. Ermanno Dell’Omo, con l’intervento del Sindaco dr. Guglielmo Giardino, sul tema Medicina Libro – Il sapere della Cura. Il Progetto I Venerdì in Biblioteca è nato dalla sinergia, ormai sperimentata, tra assessorato alla cultura, ufficio cultura e biblioteca del comune, e lo staff del sindaco, che sono i soggetti promotori dell’iniziativa, tendente a valorizzare e rendere maggiormente fruibile l’immenso patrimonio culturale rappresentato dalla biblioteca B. Preziosi di Larino.

Dichiarazione dell’assessore alla cultura, dr. Massimo Starita.

Spesso i propositi, nella pubblica amministrazione, rimangono tali per le difficoltà burocratiche e organizzative che si frappongono tra la volontà di fare e l’attuazione delle idee. Questa volta abbiamo voluto fortemente raggiungere un obiettivo nato dal confronto continuo con chi quotidianamente lavora, e bene, nel settore cultura e con lo staff del sindaco. Siamo partiti dal disagio provato da tutti nel vedere un bene prezioso, come la nostra biblioteca, poco conosciuto e sfruttato dalla popolazione, in particolare dagli studenti. Abbiamo quindi predisposto un programma che porti studenti e cittadini, e ci auguriamo ne siano tanti, a diretto contatto con questa realtà. Seguiranno altri cicli di incontri e conferenze, saremmo ben contenti quindi di poter coinvolgere chiunque ritenga di poter offrire il proprio contributo in termini di idee e di partecipazione”.