Chimissoalberghiero

TERMOLI – Taglio del nastro per 5 laboratori all’Istituto Alberghiero Federico II di Svevia a Termoli: uno di scienze ed informatico, di accoglienza turistica, sala, bar e ristorante completamente rinnovati.

 La cerimonia si è svolta questa mattina alla presenza degli studenti, docenti, di autorità civili, militari e religiose. Presente il Vescovo della Diocesi di Termoli-Larino, Gianfranco De Luca ed il sindaco Angelo Sbrocca.

Quattro dei locali inaugurati sono intitolati ad altrettanti studenti morti prematuramente nel corso di incidenti stradali: Cristian Scarderà, Giorgia Caruso, Giovanni Padulo e Giuseppe Di Cesare. Presenti anche i familiari dei ragazzi che hanno presenziato alla intitolazione con grande commozione.

“Erano quasi 10 anni che desideravamo dare una veste nuova – ha dichiarato la dirigente didattica, Maria Concetta Chimisso -. Quest’anno, a conclusione di un lavoro durato due anni, ci siamo riusciti. C’è stato un impegno di spesa di oltre 200 mila euro con fondi Pon europei. Siamo riusciti ad arrivare oggi a realizzare un sogno. In questo progetto tutta la comunità scolastica si è impegnata”. La sala, completamente riarredata, invece, è stata dedicata a, Giuseppe Ferro del pastificio La Molisana.