donbenTERMOLI – Nove lezioni nei locali della chiesa San Timoteo di Termoli da parte di psicologi, religiosi, pedagogisti, avvocati e forze dell’ordine per diventare volontari dei detenuti in carcere. Il corso è stato presentato oggi in conferenza stampa da Don Benito Giogetta, parroco di Termoli e dalla direttrice dell’Istituto di pena frentano, Rosa La Ginestra presso la casa famiglia “Iktus”. 

L’iniziativa mira a formare volontari a servizio dei detenuti nell’istituto di pena frentano. “L’uomo non è il suo errore” dice Don Benito Giorgetta citando una frase di Don Benzi.

Le lezioni prenderanno il via il prossimo 16 ottobre, alle ore 19, ed a cadenza settimanale, ogni martedì, proseguiranno fino all’11 dicembre. A conclusione del percorso, sarà rilasciato un attestato. Gli interessati possono compilare un modulo di iscrizione e presentarlo presso la sede dell’associazione Iktus.

“L’incontro con una realtà particolare, qual è quella penitenziaria, pone la necessità, per gli operatori, non solo di conoscere le leggi che regolano la presenza in una struttura carceraria, ma anche di opportune e indispensabili capacità relazionali – ha spiegato il direttore del carcere La Ginestra -, tali da consentire l’approccio giusto, estraneo a qualsiasi forma di giudizio, nonché a personalismi accentuati e soprattutto rispettoso della dignità del detenuto. L’attività di volontariato è meritoria e molto delicata e complessa che non può risolversi nello spontaneo fai da te o in interventi sporadici dei singoli, ma che, per la sua valenza ed efficacia, deve essere sapientemente organizzata e saggiamente orientata, secondo criteri di decoro, legalità e sicurezza”.