Didattica a distanza
Scuola, didattica a distanza (dad)

TERMOLI – “Dopo le difficoltà dei primi giorni, anche i bambini si sono abituati. Abbiamo svolto il programma, è andata bene”. Così alcune docenti della scuola primaria di Termoli a conclusione dell’anno scolastico e di oltre tre mesi di didattica a distanza (Dad) con gli alunni.

Le lezioni attraverso il pc sono state motivo per i bambini per riprendere la quotidianeità che si era persa durante l’emergenza sanitaria spiega l’insegnante Michelina Gesualdi della scuola Principe di Piemonte di Termoli -. Hanno appreso qualcosa in più inerente le conoscenze informatiche. Il bilancio è sicuramente positivo”.

A marzo a causa della pandemia da coronavirus, allievi e studenti di elementari, medie e superiori hanno ripreso le lezioni da casa su piattaforme multimediali evitando così di recarsi a scuola e rischiare il contagio da covid-19.

Ci siamo trovate anche noi insegnanti catapultate in questa nuova realtà – ha aggiunto la docente Gesualdi -. Questa didattica ha permesso ai bambini anche di ritrovarsi in sicurezza e parlare un po’ tra loro ed è stato positivo”.

Dunque, l’esperienza che ha coinvolto i giovanissimi è piaciuta. Alcuni dei quali la preferiscono al ritorno alle lezioni ordinarie in classe. “Alcuni allievi – conclude l’insegnante – hanno acquistato maggiore sicurezza con le lezioni a distanza trovandosi nel proprio ambiente, migliorando interrogazioni e verifiche ed in generale il loro rendimento”.