MadagascarTERMOLI – “Non si tratta solo di migranti” è il tema guida delle iniziative inserite nella Giornata mondiale del Rifugiato 2019 coordinate dall’Istituto “Gesù e Maria”, ente gestore insieme al Consorzio Aid del progetto Sprar-Siproimi “Rifugio Sicuro” attivato dal Comune di Termoli in partenariato con i Comuni di Ururi e Larino. Agli eventi collaborano numerose associazioni della rete sociale del territorio.
Lunedì 17 giugno 2019, alle 10, nella sala della Cittadella della Carità in piazza Bisceglie, 1 a Termoli, è convocata una conferenza stampa per presentare il programma degli eventi organizzati
dal 20 al 29 giugno 2019 (convegni, concerti, mostre e installazioni, incontri, proiezioni di film, visite guidate) e stimolare la riflessione su temi di attualità e sulle attività realizzate in Basso
Molise. 

Al centro i temi dell’accoglienza e le pratiche di inclusione sociale dei migranti e di tutte le persone in stato di bisogno, la tutela delle vittime di tratta, le politiche per l’intervento in favore dei senzatetto, la cultura, la valorizzazione del territorio, la musica e il cinema.
Un progetto costruito insieme a molti altri gruppi che in città si occupano di sociale, frutto di un paziente e costante lavoro di rete per affermare i valori dell’apertura, del dialogo, dell’inclusione, della cooperazione, della solidarietà.

Interverranno:
– Suor Lidia Gatti, direttrice della Caritas della Diocesi di Termoli – Larino;
– Antonio D’Adderio, direttore dell’Istituto Gesù e Maria;
– Roberto De Lena, Rossella Riccelli, Sabrina Del Pozzo e Luigi Muzio, operatori della
Caritas diocesana di Termoli – Larino impegnati nel progetto Sprar “Rifugio sicuro”
In collaborazione con: Associazione Apsi, Archeoclub Termoli, Consulta per le disabilità del Comune di Termoli, Cooperativa DiversaMente, Fa.c.e.d. Onlus, Associazione Incontrarsi, Interferenze, La Città Invisibile, Associazione Mai Più Sole – Termoli, On The Road Onlus, Cooperativa Progetto Popolare, Associazione PietrAngolare, Tempi Moderni.