TERMOLI _ Nella mattinata odierna la Giunta Di Brino ha deliberato contro la decisione assunta da parte dall’azienda Trenitalia S.p.A di sopprimere le fermate notturne nella Stazione Ferroviaria di Termoli. Un provvedimento che inciderà gravemente non solo sui collegamenti tra le Regioni del nord e del sud, ma soprattutto perché si andrà a penalizzare fortemente il mondo del lavoro, l’economia della nostra città, nonché l’intera Regione Molise, visto che il nostro territorio dipende oltremodo dall’efficienza dei servizi in materia di mobilità e di trasporti ferroviari.

Il provvedimento infatti non tiene conto delle esigenze del territorio ma lo penalizza ulteriormente, specialmente in coincidenza del fatto che lo snodo ferroviario di Termoli è l’unico punto di riferimento, nonché il più importante, dell’intero territorio regionale. La decisione assunta da Trenitalia oltretutto, così come avvenuto per altre circostanze analoghe, non è stata preceduta da alcuna comunicazione o informazione agli Enti territoriali interessati, né all’utenza.

Pertanto, si è deciso di dover rappresentare all’azienda Trenitalia S.p.A la richiesta di ripristino dell’orario delle fermate notturne presso la Stazione Ferroviaria cittadina, così come previsto prima della decisione presa unilateralmente, e di chiedere al presidente della Regione Molise, Angelo Michele Iorio e all’assessore regionale ai Trasporti, Luigi Velardi, di rappresentare a Trenitalia ed a tutti gli Enti preposti ad ogni livello, la forte protesta della città di Termoli verso una decisione che andrebbe solo a peggiorare l’attuale situazione già carente in materia di orari.

1 commento

  1. Qualcuno mi spiega che risultati si possono conseguire con una delibera contro la decisione assunta da parte dall’azienda Trenitalia S.p.A di sopprimere le fermate notturne nella Stazione Ferroviaria di Termoli? Forse Trenitalia tornerà sui suoi passi?