myNews.iT - Per spazio Pubblicitario chiama il 393.5496623 Elezioni Amministrative Termoli 2024

CAMPOBASSO – L’Asm esprime forte preoccupazione per la decisione della giunta regionale del Molise di affidare ad un legale l’incarico di tutelare l’immagine dell’ente attraverso la citazione, anche in sede civile, di Nuovo Molise Oggi e dei giornalisti. L’iniziativa segue quella analoga avviata mesi fa dalla giunta campana di Antonio Bassolino, che il sindacato dei giornalisti ha sempre giudicato negativamente. Sorvolando le disquisizioni giuridiche o il fatto che si utilizzano soldi pubblici per tutelare l’”onore dell’ente” (che è di tutti, e quindi anche di chi esprime una posizione fortemente  critica), la cosa riveste particolare gravità perché di fatto attacca e minaccia il diritto all’informazione, alla base dell’ordinamento democratico.

Se passasse questo principio in Italia non esisterebbero La Padania, Liberazione, Il Secolo, Libero, Il Giornale, L’Unità, colleghi come Gian Antonio Stella non avrebbero mai potuto scrivere libri sugli sprechi e sul malcostume delle pubbliche amministrazioni, Forattini non potrebbe pubblicare le sue vignette. Il clima generale che tende a mettere il bavaglio all’informazione, accentuato dalla legge sulle intercettazioni all’esame in Parlamento, l’insofferenza della classe politica ad essere giudicata dall’informazione e dal popolo e, non ultime, iniziative come queste allontanano le istituzioni dai cittadini e comprimono i principi costituzionali della libera espressione.

L’Associazione della stampa del Molise avverte il bisogno di esprimere solidarietà ai colleghi di Nuovo Molise Oggi, già in passato oggetto di attacchi da parte del mondo politico, assicurandogli il sostegno delle proprie strutture in ogni sede. Se vi sono articoli ritenuti offensivi dai singoli, l’ordinamento prevede quale debba essere la strada giudiziaria per far valere i propri diritti. Tutte le altre iniziative sembrano essere dettate più dalla volontà di rendere meno forte il diritto di critica e non dall’esigenza di avere un’informazione autonoma, anche se aspra,  rappresentativa della pluralità della società.   

Articolo precedenteLa Uilm sollecita la Regione all’integrazione di 200 euro agli operai Fiat in cig
Articolo successivoLe buste gialle della differenziata possono essere sostituite con bidoni carrellati. Lo annuncia il Comune