LARINO _ Richiesta dei consiglieri di opposizione di un consiglio monotematico aperto fatta al sindaco di Larino per la questione dell’ospedale. E’ stata protocollata lunedì 19 corrente la ennesima richiesta dei consiglieri Cataffo, Di Bello, Di Lena e Pizzi, di un consiglio comunale aperto a tutti gli amministratori del circondario per sollecitare Giardino e la sua maggioranza a reagire dopo le promesse non mantenute di Iorio sull’ospedale. La notizia di tale richiesta, inoltrata agli organi di stampa nella mattinata di ieri con un comunicato stampa di Larino viva, è stata invece improvvidamente accreditata – da qualche quotidiano locale – al comitato “pro Difesa dell’ospedale” che, palesemente non avrebbe titoli istituzionali per una simile richiesta, diversamente dai consiglieri comunali.
Forse un refuso, forse un tentativo di confondere i lettori, non sappiamo e non ci coinvolge più di tanto. La verità rimane sempre una sola e cioè quella che l’unica proposta giunta in Consiglio regionale ed all’attenzione di Iorio è stata quella di Larino Viva e dei consiglieri di opposizione Cataffo, Di Bello, Di Lena e Pizzi. La stessa proposta che oggi, martedì 20 è all’ordine del giorno del consiglio regionale, sostenuta dai consiglieri regionali Petraroia e Chieffo, proposta che la maggioranza Giardino non ritenne di condividere nel consiglio comunale monotematico del 28 ottobre 2008 (da quella data sono trascorsi 2 mesi e oltre!) ribadendo, in quella seduta, che l’ospedale di Larino non solo non avrebbe perso alcun reparto ma addirittura ne sarebbero stati creati degli altri.
Tali dichiarazioni sono contenute anche nelle registrazioni. Con la richiesta di lunedì, ancora una volta, Larino Viva e i consiglieri di opposizione hanno inteso rivolgere un appello a Giardino di mettersi alla testa del Consiglio comunale e di dare credibilità al ruolo istituzionale che occupa e che lo rende responsabile in prima persona, insieme alla maggioranza che lo sostiene, del futuro dell’ospedale di Larino.
Si ricorda l’incontro di domani, mercoledì 21, dell’assemblea pubblica indetta da Larino Viva insieme ai consiglieri dell’Italia dei Valori e del Partito Democratico, alle ore 18, presso l’Hotel Campitelli, per illustrare il nostro punto di vista sulla situazione e quali sono le possibili soluzioni per evitare la chiusura dell’ospedale.

                                                                                                                                                  Larino Viva