San Nicola (foto C.L.SMoke)SAN NICOLA – Alle ore 10.00 di oggi è stata segnalata alla Sala Operativa della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Termoli, da parte di un peschereccio appartenente alla marineria locale che navigava in zona, la presenza di un corpo, privo di vita ed in decomposizione, a largo dell’arcipelago di Isole Tremiti, e precisamente nel settore nord-est. La Capitaneria di Porto di Termoli pianificava, in stretto coordinamento con la competente Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia, l’intervento e disponeva l’invio della dipendente Motovedetta che dirigeva immediatamente in zona di ricerca. Dopo aver perlustrato le acquee, ricomprese tra l’Isola di San Nicola e l’Isola di Pianosa, il personale di bordo individuava verso le ore 14.30 il corpo privo di vita, che avvolto nel “sacco recupero cadaveri” veniva imbarcato e trasportato presso il porto di Rodi Garganico.

Quivi giunto, dopo lo svolgimento delle incombenze investigative e i preliminari atti di indagine, da parte della Guardia Costiera operante, veniva successivamente trasferito presso l’obitorio del Cimitero di Foggia, ove è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per gli accertamenti di rito. La Capitaneria di porto di Termoli ha ricevuto nel porto di Rodi Garganico il prezioso supporto dell’omonimo Ufficio Locale Marittimo, dipendente dalla Capitaneria di porto – Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste.