PETACCIATO – Un paese che funziona a macchia di leopardo. E’ questa l’originale definizione che si può attribuire a Petacciato, se parliamo delle Poste Italiane. Lo denuncia il vicesegretario provinciale di Campobasso del partito socialista italiano Antonio Potalivo. Il caos, che si verifica di frequente, riguarda il ritardo o la mancata consegna della corrispondenza ad alcuni cittadini del comune adriatico. Capita molto di frequente che bollette, raccomandate e lettere non vengano mai recapitate al diretto interessato. Provocando disagi immaginabili in cui l’utente si ritrova ne confronti delle società che avanzano crediti.

“E’ capitato- ha dichiarato il vicesegretario – che alcuni miei concittadini si siano trovati di fronte a bollette scadute da tempo, di cui non erano nemmeno a conoscenza. Alcuni di loro hanno rischiato il distacco del servizio dell’energia elettrica. Cosa intollerabile nel ventunesimo secolo. Soprattutto per chi non è moroso per necessità o per scelta, ma a causa di un disservizio delle Poste Italiane. E’ necessaria una inversione di tendenza. Perché i costi di mora sulle bollette non pagate vengono ovviamente addebitati ai cittadini e non alle Poste Italiane”. Che l’ufficio faccia i dovuti controlli e ripristini al più presto uno status di normalità in paese.