LattanzioNunziaCAMPOBASSO – Che senso ha difendere l’autonomia regionale se poi si decide nelle sedi di partito o sulla mail privata come quattro amici al bar? Consentitemi, dopo mesi di silenzio e con amarezza, una battuta spigolosa”. Così la Presidente della IV Commissione consiliare Nunzia Lattanzio rivendica con le prerogative istituzionali del Consiglio regionale a proposito di riorganizzazione sanitaria e respinge ogni dinamica che nulla ha a che vedere con la politica trasparente che va discussa opportunamente e doverosamente nelle giuste sedi.

 
A seguito delle ultime diatribe intercorse tra la regione Molise (nella persona del governatore Frattura e commissario ad acta per la Sanità), e a cui hanno fatto eco le posizioni dei parlamentari Ruta e Leva e della Fondazione Giovanni Paolo II e dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, mi preme chiarire che la IV Commissione consiliare, competente in materia -che  mi pregio di rappresentare con elezione formale pervenutami dall’Assemblea consiliare- non è a riguardo mai stata coinvolta, né nelle decisioni di merito, né  nelle trattative preliminari.

Atteggiamenti quelli richiamati messi in atto da rappresentanti delle Istituzioni regionali e nazionali che configurano, di fatto,  gravi lesioni delle regole fissate sulle carte normative di rango primario e secondario che dovrebbero indirizzare le azioni degli eletti dal Corpo elettorale per avvenuta riposta fiducia politico-amministrativa. In particolare, restando nella sfera delle competenze demandate alle Regioni, nella Carta statutaria del Molise e nel Regolamento interno al Consiglio regionale vi sono chiari riferimenti normativi a riguardo, pur insistendo da anni per il nostro Molise una situazione differente da altre regioni d’Italia essendo intervenuta azione di controllo-guida da parte dello Stato italiano”.

La presidente nei suoi interventi in Aula ha sempre ribadito l’importanza della garanzia dell’autonomia regionale, producendo anche personali atti consiliari a supporto, e la necessità di rispettare il percorso degli organi consiliari per quanto attiene le procedure di recepimento di iniziative legislative aventi ad oggetto materie di particolare interesse collettivo tra cui, naturalmente, quella afferente la salute. Per dette ragioni, con estrema urgenza, ed alla luce degli ultimi gravi fatti,  è stata convocata per lunedì 18 aprile 2016, ore 16:00, presso la sede di via IV Novembre, in Campobasso, la IV Commissione consiliare prevedendo ad integrazione del già fissato ordine del giorno l’audizione del Commissario ad acta alla Sanità Arch. Paolo di Laura Frattura, del sub Commissario ad acta Dott. Gerardo Di Martino e del Direttore amministrativo Dott. Bruno Riccardi. 

Nunzia Lattanzio