Galleria Fotografica: Matelica-Termoli 3 a 3

Play off Matelica vs Termoli: 3 a 3MATELICA – Prova insidiosa e non facile quella che ha atteso il Termoli di Cesare e Giacomarro contro l’arcigno Matelica, nella finale del girone F dei play off presso lo stadio “Giovanni Paolo II“. Stadio gremito oltre misura e massiccia presenza degli Ultras giallorossi, accorsi come sempre numerosi per seguire questo match. La squadra marchigiana, forte del fatto che il pareggio sarebbe stato sufficiente a consentirle il passaggio del turno, ha giocato prevalentemente di rimessa, mentre il Termoli ha dovuto necessariamente spingersi in avanti alla ricerca della marcatura, ovviamente esponendosi a pericolosi contropiedi degli attaccanti matelicesi.

Nei primi minuti le squadre non spingono particolarmente e cercano piuttosto di studiarsi. Al 12′ è però Cognini, su passaggio di Cacciatori, a colpire di testa, con maldestro tentativo di Ibojo ad opporsi, e a battere Patania. A questo punto, il Termoli tenta di spingersi avanti con più incisività per recuperare la partita e dopo un paio di buone occasioni di Palumbo e Viteritti, giunge beffardo al 36′ il gol del raddoppio del Matelica. Si tratta di un ennesimo autorete di Viteritti, il quale tenta di opporsi al tiro a rete di Lazzoni e invece spiazza l’incolpevole Patania. La partita sembra irrimediabilmente perduta e il Matelica potrebbe addirittura dilagare contro un Termoli certamente sfortunato ma che pare ancora troppo confuso e arrendevole nei propri schemi. C’è una timida reazione della compagine giallorossa e Miani manca di poco la rete di testa al 44′ su assit di Di Mercurio. E’ il preludio del gol termolese che arriva un minuto dopo con simile azione ma questa volta capitan Miani non sbaglia e manda di testa la sfera nella rete del portiere marchigiano.

Nel secondo tempo il Termoli acquista coraggio e iniziativa, pare più ordinato e preciso nel palleggio. Tuttavia, al 10′ della ripresa, come una doccia fredda giunge il tris del Matelica, con preciso pallonetto di Cognini che scavalca Patania in uscita. Sembrerebbe tutto ormai deciso ed invece la squadra giallorossa tira fuori il carattere e l’orgoglio: dopo appena un paio di minuti è l’incontenibile Miani che su ribattuta al proprio stesso tiro, miracolosamente respinto dal portiere matelicese, insacca impietosamente. Si accorciano le distanze e il Termoli comincia a predominare il gioco, i marchigiani si chiudono in difesa e si limitano a giocare di contropiede. Fioccano un paio di occasioni per i giallorossi e Palumbo manca di poco il pareggio al 17′. Al 23′ giunge la doppia ammonizione di Moretti che lascia il Matelica in dieci. Giacomarro rinforza immediatamente l’attacco giallorosso con l’ingresso di Santoro al posto di Basso, a dar man forte a Palumbo e Miani. Il Termoli spinge forte in avanti alla ricerca del gol e il Matelica si difende con qualche affanno. Il forcing dei termolesi ottiene i suoi frutti intorno alla mezz’ora quando Cognini in piena area di rigore trattiene Palumbo: l’arbitro decreta la massima punizione in favore del Termoli. E’ il solito Miani a realizzare con freddezza dagli undici metri il pareggio, spiazzando nettamente il portiere marchigiano Spitoni.

Galleria Fotografica
{gallery}/Sport/Termoli/TermoliCalcio/MatelicaTermoli2014:200:150:1{/gallery}

Gli ultimi dieci minuti dei tempi regolamentari vedono un arrembaggio dei giallorossi, che cercano insistentemente e con forza il gol del sorpasso. Prima Todino, poi Mandorino e Palumbo tentano di espugnare la porta marchigiana ma senza fortuna. Un ultimo brivido al 45′ qu

ando Santoro in diagonale tenta la conclusione a rete che manca di un pelo la porta, poi si prosegue per i supplementari. Nonostante la stanchezza, anche nell’extra time la squadra termolese continua generosamente a spingersi in avanti alla ricerca del gol della qualificazione. All’8′, sull’ennesimo contropiede marchigiano, è Patania ad opporsi miracolosamente a ben due rapide conclusioni di Cognini. Ma è sempre il Termoli a portarsi avanti ed è quasi un assedio alla porta marchigiana fino al fischio dell’arbitro. Nella ripresa del secondo tempo supplementare non cambia la musica e sono sempre i giallorossi ad attaccare contro il Matelica che ormai si chiude a riccio in difesa del risultato.

Si giunge alla fischio finale con il risultato invariato e dunque è il Matelica che si aggiudica il passaggio ai play off. Tuttavia, festa a metà per i marchigiani, che evidentemente speravano in un risultato più appagante. Festa anche per i giallorossi, autori comunque di una prova maiuscola, che vanno a raccogliere i meritati applausi dei loro tifosi sotto la curva ospite. Abbracci e commozione tra ultras e giocatori, questi ultimi praticamente rimasi in mutande dopo il rituale regalo delle magliette e dei pantaloncini. Un campionato per il Termoli concluso in modo degnissimo e denso di soddisfazioni, adesso però l’attenzione e gli occhi sono già puntati ai progetti futuri per la squadra giallorossa, che auspichiamo diventino sempre più ambiziosi.

Articolo precedenteAl Circolo della Vela II tappa Coppa Italia Techno293. Domani presentazione
Articolo successivoComizi di Di Giandomenico il 16 maggio a Colle della Torre ed a Piazza del Papa