PoliziaMonumentoTERMOLI – L’Ufficio Anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Termoli nei giorni scorsi ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Larino nei confronti di B.C., molisano, di anni 41, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e la persona, il quale è stato tradotto presso la casa circondariale di Larino a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. L’uomo, che dovrà scontare un anno e dieci mesi a seguito della revoca del decreto di sospensione della carcerazione, lo scorso mese di gennaio si è reso responsabile dei reati violenza, minaccia, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale nei confronti degli Agenti del Commissariato intervenuti a seguito di una segnalazione pervenuta al 113. 

Lo stesso personale dell’Ufficio Anticrimine, a seguito di attività di polizia giudiziaria delegata dalla Questura di Modena, ha rintracciato nel comune di Montecilfone e denunciato a piede libero M.S di anni 21, di origine africana, responsabile di furto aggravato in concorso con terzi per fatti avvenuti in provincia di Modena e successivamente resosi irreperibile. 
Infine, nel corso delle ordinarie attività di controllo del territorio, gli operatori della Squadra Volante hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria un cittadino termolese, D.P.A. di anni 44 ,  resosi responsabile dei  reati di porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere nonché resistenza a pubblico ufficiale.