DAloisioRobertoTERMOLI – La Corte d’Appello di Campobasso ha confermato l’assoluzione di Jonathan Di Giulio, 32 anni di Termoli. Il giovane, nel 2013, fu accusato di aver posseduto nell’abitazione una coltivazione di piante di marijuana finalizzata allo spaccio di droga.
Determinante per la conferma dell’assoluzione, anche in secondo grado, la perizia tossicologica svolta dall’esperto Arturo Lucci di Isernia, chiesta dalla difesa, portata avanti dal penalista Roberto D’Aloisio. Il legale sta ora valutando la possibilità di ricorrere per la richiesta del ristoro dei danni subiti per la ingiusta detenzione subìta dal giovane.